Skip to content

Processi di inclusione/esclusione nel Sudafrica contemporaneo. Dall’apartheid alla Rainbow Nation.

Informazioni tesi

  Autore: Emiliano Malnati
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Siena
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Federica Guazzini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 86

Questo elaborato si propone di analizzare le cause che stanno alla base della crisi sociale, politica ed economica che il Sudafrica ha attraversato negli ultimi anni, culminata nel maggio 2008 in una serie di attacchi xenofobi da parte dei cittadini sudafricani ai danni degli immigrati residenti nel Paese.
Al fine di comprendere meglio i motivi scatenanti l’ondata di violenza nella Rainbow Nation non basta soffermarsi sulle notizie dei mass media ma occorre andare indietro nel tempo, non solo negli ultimi anni, e ripercorrere la storia del Sudafrica per cercare di rintracciare le cause storiche che hanno portato alla tragica situazione attuale.
Dopo aver illustrato le lotte per il controllo della regione, acuitesi con l’arrivo dei boeri nel 1652 e culminate nelle guerre anglo-boere che portarono poi nel 1910 alla nascita del Sudafrica così come attualmente si configura dal profilo geopolitico, nel primo capitolo una particolare attenzione sarà attribuita al periodo dell’apartheid, alla legislazione e alle opposizioni di quel particolare periodo storico.
Il secondo capitolo verrà invece dedicato a un’ulteriore tappa fondamentale, quella della transizione dal regime verso la democrazia pluripartitica e una nuova costituzione, considerata la più avanzata in termini di garanzie per i diritti umani.
Del nuovo Sudafrica, nato dalle ceneri dell’apartheid, ci occuperemo nel terzo capitolo che esaminerà il cammino della nuova democrazia dal 1994 fino ad arrivare ai giorni nostri esaminando anche l'esperienza della Truth and Reconciliation Commission.
Infine nel quarto ed ultimo capitolo ci occuperemo di quelle che sono le questioni irrisolte del nuovo millennio, le sfide che il Sudafrica dovrà superare al più presto.
La prima parte è dedicata alla piaga dell’AIDS mentre la seconda parte verterà su quello che è accaduto nel Sudafrica lo scorso maggio, un’ondata di xenofobia tanto inaspettata quanto feroce che ha sorpreso tutti, sudafricani per primi. Cercheremo di spiegare cosa si celava dietro questa apparente follia collettiva, le ragioni che hanno portato a questa tragica “guerra tra poveri”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I Introduzione Questo elaborato si propone di analizzare le cause che stanno alla base della crisi sociale, politica ed economica che il Sudafrica sta attraversando negli ultimi anni, culminata nel maggio 2008 in una serie di attacchi xenofobi da parte dei cittadini sudafricani ai danni degli immigrati residenti nel Paese. In questi episodi di violenze ciò che più ha colpito l’opinione pubblica internazionale, e il mio interesse, è stata l’intensità e la ferocia con cui gli immigrati sono stati attaccati, basti pensare che i sudafricani sono arrivati perfino a bruciarne alcuni vivi per le strade. Al fine di comprendere meglio i motivi scatenanti l’ondata di violenza nella Rainbow Nation non basta soffermarsi sulle notizie dei mass media ma occorre andare indietro nel tempo, non solo negli ultimi anni, e ripercorrere la storia del Sudafrica per cercare di rintracciare le cause storiche che hanno portato alla tragica situazione attuale. Dopo aver illustrato le lotte per il controllo della regione, acuitesi con l’arrivo dei boeri nel 1652 e culminate nelle guerre anglo-boere che portarono poi nel 1910 alla nascita del Sudafrica così come attualmente si configura dal profilo geopolitico, nel primo capitolo una particolare attenzione sarà attribuita al periodo dell’apartheid. Verranno presi in esame i primi atti a base razzista emanati subito dopo la nascita dell’Unione Sudafricana che posero le basi per quello che sarebbe stato il vero e proprio regime segregazionista, istituzionalizzato poi nel 1948 dal partito di governo boero e in seguito sarà analizzato il regime dell’apartheid, partendo dalla filosofia politica che si celava dietro questa ideologia fino ad arrivare al suo consolidamento attraverso l’emanazione di una legislazione segregazionista di seguito approfondita.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

aids
apartheid
discriminazione razziale
mandela
sudafrica
truth and reconciliation commission
xenofobia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi