Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le fattorie didattiche

Storia, descrizione, distribuzione, regolamentazione, agevolazioni, organizzazione e promozione di una FATTORIA DIDATTICA con progetto correlato.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Ormai da diversi anni gran parte della popolazione italiana viene attratta da una tipologia di struttura ricettiva molto particolare in quanto comprende due ambiti: quello turistico-ricettivo e quello rurale. Si tratta dell’agriturismo che da oltre vent’anni non conosce ostacoli alla sua continua crescita per quanto riguarda il livello di preferenze dei consumatori. In questi ultimi tempi l’agriturismo ha iniziato a differenziarsi, ricoprendo altre funzioni oltre alla propria, come ad esempio quella di Fattoria Didattica. Stiamo parlando di un fenomeno che accoglie gruppi organizzati o scolaresche, per svolgere delle lezioni tenute da esperti del settore in aperta campagna. Questo fenomeno ha riscontrato sin dall’inizio un forte interesse e una forte partecipazione tanto da far crescere il valore aggiunto delle aziende agricole accreditate. Si è scelto di approfondire questo argomento in quanto pur essendo in espansione necessita di ulteriori assetti e di un importante promozione per entrare in un ottica molto più ampia ed avere così più visibilità. È molto suggestivo ritrovarsi a contatto con la natura, anche se solo per qualche giorno, e sarebbe molto divertente spiegare magari ai propri figli come si produceva una volta ciò che si mangia ancora oggi. Nella regione Marche sono abbastanza numerose le fattorie didattiche in attività, quindi stimolare la popolazione nel frequentarle con una certa continuità risulterebbe notevolmente positivo. Questo sarebbe possibile magari organizzando giornate a tema non solo dedicate ai più giovani ma che riescano a coinvolgere anche intere famiglie. L’obiettivo è proprio quello di redigere un progetto con lo scopo di testare se le famiglie soggette ad un’azione di promozione di medio-piccola intensità risponderanno con una forte presenza all’evento. Si prevede che promuovendo il progetto nei luoghi e nelle modalità adeguate i risultati potrebbero essere più che proficui. Pertanto, nel primo capitolo si introduce la materia con una descrizione degli agriturismi e delle fattorie didattiche e delineando un quadro della loro distribuzione nella penisola (aggiornamento risalente al biennio 2001/02) ed in particolare nella regione Marche. Successivamente viene descritta la legge regionale con le rispettive agevolazioni approvate negli ultimi anni così da farci un’idea degli strumenti di cui possiamo avvalerci per organizzare l’impresa.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Luca Capitanelli Contatta »

Composta da 28 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4813 click dal 19/05/2010.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.