Skip to content

L'olimpiade come marca. Identità visiva e strategie di brand da Tokyo 1964 a Londra 2012.

Informazioni tesi

  Autore: Luisa Russo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Libera Università di Lingue e Comunicazione (IULM)
  Facoltà: Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo
  Corso: Comunicazione della strategia della marca e del consumatore
  Relatore: Franco Achilli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 216

Analisi delle Olimpiadi da mageaeventi sportivi a brand, focalizzandosi su identità visiva, sponsorizzazioni e marketing olimpico dal 1964 a oggi.

In questa tesi viene affrontato, oltre ad un excursus storico a partire da Tokyo 1964, il tema dell'Olimpiade come marca, la cui differenziazione e creazione di un'identità si concretizza tramite la sua corporate identity (logo, mascotte colori rappresentativi).

Inoltre, viene analizzata in dettaglio la sponsorizzazione olimpica (compreso il tema del licensing) e gli investimenti mediatici dal 1964.
Torino 2006 e la sua analisi come città olimpica e il connubio ExpoOlimpiadi completano un lavoro che è stato valutato con il massimo del punteggio all'Università IULM di Milano, riconoscendone il valore in quanto tesi sperimentale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Prefazione 5 Prefazione In data 2 Ottobre 2009, dopo la decisione del Comitato Olimpico Internazionale di scegliere Rio de Janeiro in quanto città ospitante dei futuri Giochi del 2016, diverse località italiane hanno immediatamente proposto la loro candidatura per il 2020, tra cui Roma e Venezia. Massimo Cacciari, sindaco di quest'ultima, ha affermato in quello stesso giorno di Ottobre che ―la nostra sarà una candidatura per il Nord-Est, l'area più produttiva ed europea del Paese‖.1 Roma, tra l'altro, aveva già ospitato le Olimpiadi nel 1960, quattro anni prima dell'edizione di Tokyo; ma non è per uno spirito nazionalistico che ho richiamato a questa competizione fra città, bensì per introdurre un argomento di ben più ampio rilievo: le Olimpiadi sono diventate sempre di più un'occasione estremamente ambita di cui curare l'organizzazione globale, e non sembra spesso percepibile il medesimo desiderio per quanto riguarda altre competizioni sportive come gli Europei di Calcio o i Mondiali. Ma d'altra parte: ―L'evento più importante al mondo – le Olimpiadi (…) con i suoi tre miliardi di euro di ricavi sul territorio da distribuire in un arco di nove anni – è diventato uno scontro. (…) I Cinque Cerchi sono il gioco dei giochi. Non offrono quotidianità, ma solo eccezionalità. Per questo non stancano‖. Queste parole, contenute in un recente articolo de la Repubblica2, riassumono efficacemente lo spirito olimpico ponendolo al di là delle connotazioni sportive, tratteggiandolo invece come un'opportunità che permette di conseguire dei forti introiti economici ed imprimere persino un ricordo nella storia. Il focus di questo lavoro, infatti, riguarda proprio le Olimpiadi viste non solo come ―eventi sportivi‖ ma come dei veri e propri marchi globali. In questa tesi affronterò infatti gli aspetti comunicativi e organizzativi relativi ai Giochi collocandoli nella prospettiva connessa alla disciplina del ―branding‖, la quale ha 1 Da l'articolo de la Repubblica ―Giochi all'italiana‖ (26 Gennaio 2010) a cura di Corrado Zunino. Nel medesimo articolo si tratta del conflitto innescatosi tra la capitale e la sopraddetta ―rappresentante del Nordest, dove si afferma persino della volontà del presidente del Coni, Gianni Petrucci, di non avallare la candidatura veneziana, anche se il progetto di quest'ultima sarebbe a dir poco maestoso. A Tessera si estenderebbero i 320 mila metri quadrati del Villaggio Olimpico, mentre il nuovo Stadio avrebbe una potenziale capienza di 80mila posti. 2 (26 Gennaio 2010)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brand olimpico
investimenti olimpiadi
londra 2012
marca e olimpiadi
marketing olimpico
olimpiadi
pechino 2008
sponsorizzazion e olimpica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi