Skip to content

Genealogia dello spazio globale. Ricami del mondo, richiami della terra.

Informazioni tesi

  Autore: Camilla Narboni
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia teoretica, morale, politica ed estetica
  Relatore: Luisa Bonesio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 174

Ho preso alla lettera l’insegnamento heideggeriano del mondo che si fa immagine, per tracciare la genealogia di questo processo attraverso le più belle e dense immagini della cartografia medievale e ripercorrere le origini più nascoste del nostro vivere globale. La riflessione prende spunto da osservazioni mondane sulla modernità, che rendono evidente come l'orizzonte concreto della singola esperienza del mondo si dissolve nell'artificilaità della tecnica e del comfort. Il disegno cartografico esprime questo rapporto con il mondo in cui l'uomo inventa lo spazio, riduce la tridimensionalità della terra a puro calcolo. Nella lunga e precisa revisione del mondo, abbiamo rielaborato anche noi stessi. La Terra è ricamata, cioè rappresentata, disegnata, mappata, perché noi poggiamo i piedi su un grande e rotondo mistero, principale oggetto di tutte le nostre indagini; ma la Terra ci richiama, in quanto assoggettata alla nostra tecnica, che ne ha trasformato e, da questo punto di vista deformato, l’integrità. Nonostante il suo divenire globo, cioè forma conosciuta in tutti i suoi orifizi e cime, è ancora lecito tuttavia parlare di luoghi, e di uno in particolare si narrerà nell’appendice di questa tesi. Se l’uomo non rievoca le forze che lo legano alla natura, gli toccherà la sorte riservata al Titanic. Paura e smarrimento sono sentimenti che accompagnano il percorso dell’uomo che decide di affidarsi al bosco, come il Waldganger di Junger: è indispensabile intuire, trovare, ancorare la vita a qualcos'altro, e farsi strada nel bosco.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
I INTRODUZIONE Perché una riflessione sul mondo? A prima vista può sembrare un’operazione un po’ antiquata, ma pensare al proprio mondo è per me una necessità che scaturisce dal semplice vivere quotidiano. Molte sensazioni si affollano nella mente quando considero le più svariate circostanze mondane, ad esempio quando penso che prima o poi scompariranno dalla faccia della Terra le persone che siedono a un tavolo con un foglio bianco davanti e una biro in mano. Scriveremo tutti su fogli elettronici con caratteri impostati utilizzati da tutti. Scrivere diventerà sempre di più un rapporto astratto con le lettere che escono dal corpo. E io faccio già parte di quell’esercito uniformato che non è più capace di usare i fogli bianchi di carta vera. Scriveremo tutti senza esprimere la nostra più profonda personalità, che si trova nel disegno della nostra grafia. Scriveremo per gli altri, per essere leggibili, per avere le correzioni automatiche a portata di mouse. Sembra poco, ma si perde così il rapporto materico con gli oggetti: tutto diventa intoccabile, effimero, senza consistenza, si dissolve nell’uguale. Il nostro mondo è un gigantesco Euroshop, dove prevale la comodità e la sicurezza, a discapito della varietà delle esperienze, dove possiamo acquistare infiniti pezzi omologati e sostituibili, dove anche i desideri sono fabbricati su misura. Sui giornali vediamo fotografie che ritraggono gli indigeni dell’Amazzonia con indosso i nostri vestiti da occidentali sviluppati: le magliette a mezze maniche, i jeans, le camicie a quadrettoni, e forse qualche piuma nei capelli. Visitiamo Paesi lontani come il Marocco, e notiamo stupiti che cinque ragazzi su dieci calzano ai piedi le nostre vecchie ciabatte di gomma a righe bianche e blu; facciamo la spesa in grandi centri commerciali in cui una musica dozzinale perfora le nostre orecchie, incurante dei ricordi personali e delle emozioni che si trasmettono con le note; accompagniamo un bambino al parco giochi e tocchiamo tutti questi giochi arrotondati, prefabbricati, gommosi, a prova di ferita, svuotati dalla loro attrazione spericolata; entriamo in stazione e una quantità spropositata di televisioni ad altissimo volume crivellano il nostro cervello con pubblicità a ripetizione. E qualcuno ha poi pensato a come si stanno trasformando le

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

america
cartografia
crystal palace
decrescita
ecovillaggio
farinelli
filosofia
geofilosofia
geografia
globalizzazione
heidegger
immagine
junger
luoghi
mobilitazione totale
modernità
mogliazze
oceano
ribelle
schmitt
sloterdijk
spazio
tecnica
terra

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi