Skip to content

Hundertwasser e l'Italia 1955 - 1980. Testimonianze di una relazione.

Informazioni tesi

  Autore: Federico Pontiroli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze dei beni culturali
  Relatore: Paolo Campiglio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 101

Mi sono posto l’obiettivo ulteriore di indagare sul rapporto tra Hundertwasser e la cultura italiana, ricercando le testimonianze delle occasioni d’incontro realizzatesi durante la sua vita: ciò a partire dalla prima mostra personale presso la Galleria del Naviglio a Milano, nel 1955, che fece conoscere l’Artista – allora trentaseienne – al pubblico italiano, fino alla mostra del 1980 a Palazzo Reale di Milano (precedentemente a Palazzo Barberini a Roma). Sulla base di queste testimonianze propongo delle considerazioni conclusive, necessariamente provvisorie, per le ragioni che esporrò a suo tempo.La scarsa attenzione della critica italiana nei confronti di un personaggio, la cui vita e la cui attività artistica si sono svolte in modo spesso clamoroso, la cui produzione artistica ha raggiunto numeri notevoli ed è diffusa in molti Paesi, pone interrogativi cui si tenterà di dare una risposta.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il mio interesse per Hundertwasser fu destato da una visita alla casa da lui realizzata a Vienna, nella Löwengasse, comunemente chiamata “Hundertwasser Haus”, che colpì la mia immaginazione per le sue forme curiose ed i colori squillanti; ricordandomene, dopo molti anni, ho voluto concludere il mio percorso universitario soddisfacendo il bisogno di meglio conoscere l’opera e le idee dell’Artista. Nella mia ricerca ho attinto alle fonti critiche e documentarie che ho potuto reperire 1 , ricavandone informazioni e valutazioni che mi hanno permesso sia di riferire sulla sua singolare vicenda artistica ed umana, sia di formarmi un’idea della sua personalità e della sua concezione dell’opera artistica: ho potuto approfondire la conoscenza delle sue idee sul rapporto tra l’uomo e la natura, apprezzandone l’ingenua freschezza, conservatasi negli anni anche grazie all’appassionata predicazione che Hundertwasser ne volle fare; ho avvertito la simpatia che il personaggio riusciva a suscitare, nonostante la bizzarria ostentata nei suoi comportamenti, perché mi è parso che in definitiva egli abbia sempre perseguito con sincera convinzione la ricerca di un felice rapporto tra uomo e natura, attribuendo all’arte il ruolo di taumaturgico mediatore. Mi sono posto l’obiettivo ulteriore di indagare sul rapporto tra Hundertwasser e la cultura italiana, ricercando le testimonianze delle occasioni d’incontro realizzatesi durante la sua vita: ciò a partire dalla prima mostra personale presso la Galleria del Naviglio a Milano, nel 1955, che fece conoscere l’Artista – allora trentaseienne – al pubblico italiano, 1 Oltre ai testi a stampa indicati nella bibliografia, ho potuto prendere visione dei cataloghi delle mostre considerate nel capitolo terzo: in particolare, ho potuto ottenere copia del catalogo dell’esposizione presso la Galleria del Naviglio dalla galleria stessa; copia di quella presso la Galleria d’Arte La Bussola dalla Biblioteca della G.A.M. di Torino. Ho invece reperito copia del catalogo della mostra alla Galleria La Medusa e copia dell’opuscolo “Giulio Macchi propone una sollecitazione del pittore Hundertwasser: Inquilino Albero” presso la Biblioteca Comunale di Trezzo s/Adda, donazione di A. e M. De Micheli. Ho consultato il Catalogo della Biennale di Venezia presso la Biblioteca Comunale di Palazzo Sormani a Milano, quello della manifestazione “Contatto arte/città” presso la Biblioteca del Palazzo dell’Arte di Milano e quello della mostra di Palazzo Reale presso la Biblioteca d’Arte del Castello Sforzesco di Milano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

biennale di venezia 1962
carlo cardazzo
friedensreich hundertwasser
friedereich hundertwasser
friedrich stowasser
galleria del naviglio milano
galleria la medusa roma
hundertwasser haus
inquilino albero
kunsthaus wien
manifesto dell’ammuffimento
medico dell’architettura
palazzo reale di milano 1980
pittore cinque pelli
schrebergärten
xv triennale di milano
xxxi biennale internazionale d’arte di venezia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi