Skip to content

La metafora tra ''digressione'' e ''pensosità'' nella riflessione di Hans Blumenberg

Informazioni tesi

  Autore: Diego Dadà
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Orsola Rignani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 111

La presente tesi analizza l’argomento “metafora” all’interno della riflessione di Hans Blumenberg, cercando di cogliere gli sviluppi che suddetta tematica subisce durante un arco temporale di circa vent’anni, e di mettere in risalto l’attualità, a più di dieci anni dalla scomparsa, del pensiero del filosofo tedesco.
Dopo una prima parte, breve ma densa di contenuti, atta ad introdurre la figura di Blumenberg e ad anticipare quelli che sono i temi ed i concetti basilari all’interno della sua speculazione, visti anche in relazione al contesto culturale dell’autore, la tesi si suddivide in tre capitoli.
Nel primo capitolo, verrà analizzata l’innovativa linea di ricerca adottata da Blumenberg a partire dal 1960, con l’inaugurazione della metaforologia. La seconda parte di questo capitolo sarà poi dedicata ad un particolare risvolto della metafora, ovvero la sua valenza antropologica; attraverso quindi la lettura incrociata di più testi di Blumenberg (spaziando dagli scritti a carattere più sistematico agli scritti aventi carattere più letterario, aforistico e metaforico), ma anche della critica che ne deriva, si arriverà alla delineazione delle forme di quella che potrebbe essere definita come una vera e propria “antropologia filosofica” blumenberghiana.
Dopo aver quindi posto le basi per comprendere l’importanza del ruolo della metafora in Blumenberg, si passerà, nei due capitoli successivi, all’analisi di due metaforiche specifiche, a cui peraltro lo stesso autore dedica due opere: il naufragio come metafora dell’esistenza e la metafora del mondo come libro. Ciò che dunque si tenta di ripercorre, sono le principali tappe di sviluppo della teoria della metafora blumenberghiana; se è vero, infatti, che i fondamenti della teoria metaforica posti dall’autore nei Paradigmi restano sostanzialmente intatti, ciò che va cambiando sono le prospettive: arrivando a radicare la metaforologia in una teoria dell’inconcettualità, Blumenberg si mostra, in altre parole, sempre meno interessato al percorso di nominalizzazione che dalla metafora porta al concetto, orientando invece la sua ricerca verso il terreno in cui si formano le metafore, ossia il mondo della vita.
Si tenta, con questa tesi, un’analisi equilibrata rispetto all’opera di Blumenberg, che cerchi di restituire, nei limiti del possibile, la vividezza della prosa blumenberghiana, il fascino dell’indugio nei rimandi pensosi, la bellezza dell’esitazione all’interno dello spazio plurimo della metafora, ma, d’altra parte, che tenti anche di venire a capo dell’estrema complessità interpretativa, per arrivare a cogliere il «Grundgedake» dell’autore, ovvero l’insieme di idee e concetti fondamentali che di volta in volta stanno alla base della ricerca.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Diego Dadà 5 Introduzione La presente tesi, nasce essenzialmente dall‟interesse intellettuale che sono capaci di suscitare gli scritti e gli argomenti affrontati da Hans Blumenberg. Il tessuto speculativo dell‟autore esercita sul lettore un notevole fascino, rendendo la lettura, man mano che si va avanti, sempre più appassionata. Inutile negare le difficoltà con cui l‟opera di Blumenberg si presenta, soprattutto ad un primo sguardo: i suoi libri sono lunghi, talvolta molto lunghi, e la sua è una scrittura entropica ed estensiva, piena di riferimenti e rimandi ad altri autori, che, oscilando sempre sulla sottile linea di confine tra filosofia e letteratura, rischia in certi punti di far perdere a chi legge il filo del discorso. Forse si potrebbe parlare in proposito di una sorta di “metatesto” blumenberghiano, che si sviluppa parallelamente al testo vero e proprio, su piani interpretativi plurimi, ma che risulta convergere, alla fine, nello stesso unico impianto ermeneutico che sta alla base del pensiero. È necessario un laborioso lavoro decostruttivo sul testo, per venire a capo della decentralizzazione del discorso filosofico che Blumenberg attua nei suoi libri, manifestando, di fatto, la sua ferma volontà di non comparire manifestamente in quanto soggetto-autore. Il suo stile “obliquo” e fortemente allusivo, sempre attento ad evitare condensazioni tematiche, ci restituisce una filosofia, come detto, assolutamente de-centralizzata, ed un modo di filosofare a-tematico, che richiedono un arduo lavoro interpretativo da parte di chi voglia comprendere quello che potrebbe essere definito come il carattere costitutivo ed originario del suo pensiero, il suo «Grundgedanke». Sebbene quasi sullo sfondo, all‟interno di una fitta trama di corrispondenze che dà luogo ad un pensiero percorso da nessi di continuità e discontinuità, è comunque possibile intravedere ciò di cui si costituisce l‟interesse speculativo di Blumenberg, che si snoda attraverso varie tematiche, quali metafora, mito, antropologia, tempo, storia, modernità e scienza. Ciò che ci proponiamo con la presente tesi è l‟approfondimento degli aspetti inerenti la metafora, ripercorrendo,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

blumenberg
digressione
filosofia
hans
metafora
metatesto
mito
nachdenklichkeit
obliquo
pensosità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi