Skip to content

Fit Regolatorio nella comunicazione politica

Informazioni tesi

  Autore: Alessia Chignoli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Lucia Mannetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 93

Il presente elaborato prende in esame il ruolo della Comunicazione Politica, le sue definizioni, le sue caratteristiche principali e i suoi utilizzi in relazione ai mass media, si pone, inoltre, come obiettivo quello di studiare in modo sperimentale un possibile Effetto di Framing di un messaggio politico su un campione di soggetti, nonché, in ultimo, di prendere in analisi il ruolo dei ragionamenti controfattuali in rapporto alla percezione e ai possibili esiti di un ipotetico messaggio politico e propagandistico - elettorale.
La comunicazione politica, dagli anni novanta in poi, è stata argomento estremamente dibattuto e quotidianamente presente nella società, il binomio comunicazione-politica cela in sé la sinergia della complessa area della comunicazione, che comprende linguaggi, metodi e strumenti uniti alla politica stessa, che per antonomasia si può definire una forma d’Arte Retorica per dominare le società odierne.
La comunicazione politica travalica facilmente in più territori, che spaziano dalla politologia alla sociologia e psicologia, dalle scienze della comunicazione alla propaganda, intesa anche nelle forme più commerciali di advertising.
Da questa considerazione, si desume il carattere interdisciplinare della comunicazione politica stessa, cosa che non mostra, però, una sua subalternità ad altre discipline, ma al contrario la rende un campo d’indagine enormemente privilegiato.
Nimmo e Swanson, in “ The Field of Political Communication,” forniscono una definizione generale e moderna della comunicazione politica: “Nella sua dimensione politica, la comunicazione è una forza per entrambi il consenso e il conflitto; le campagne elettorali nelle democrazie liberali sono per entrambi il cambiamento e la stabilità; [...] la comunicazione politica è al tempo stesso fonte di potere e di emarginazione, prodotta e consumata dai cittadini, attori più o meno autonomi, informati, determinati e creativi, ma anche modellati da potenti strutture”.(Nimmo e Swanson, 1990, pag.22).
La comunicazione politica da sempre ha affascinato l’immaginario collettivo con le sue mille sfaccettature e utilizzi, la sua diversità di combinazioni e di giochi che si può ritrovare nella connessione con i vari mass media.
La politica, oggigiorno, sembra essere dominata non più da candidati ma da persone che interagiscono con il sistema mediatico e che con essi intraprendono strade che li conducono a farsi conoscere dall’elettorato, come persone e non solo come soggetti politici.
La comunicazione è indispensabile, in politica è necessaria ancor di più; essa si pone come obiettivo principale quello di impegnare le masse e coinvolgere l’opinione pubblica alla ricerca del consenso elettorale e di una possibile approvazione d’idee e di pensieri per governare il paese.
Per ottenere o mantenere il consenso della gente, il politico ideale, deve riuscire a trainare, ad appassionare, a dissuadere e sedurre le persone, o come direbbe Vance Packard nel 1958 agire come un “persuasore occulto”(Packard, 1958) tra la massa educandola al pensiero politico in modo assolutamente lineare e semplice.
L’elaborato ripercorre inizialmente in modo conciso e lineare le origini della comunicazione politica; passando attraverso la storia dona una panoramica del territorio che stiamo esplorando per cercare di inquadrare bene l’argomento in questione.
In seguito, si prenderanno in considerazione le varie forme, gli attori e la complessa e dibattuta relazione con i mass media che nel XX secolo è elemento predominante nella comunicazione politica per tracciare, infine, i punti chiave e forti che compongono il flusso di comunicazione che parte dal sistema politico e attraverso i mass media arriva all’elettorato cittadino.
La seconda parte del primo capitolo prenderà in esame i vari metodi, le teorie e gli strumenti che in seguito sono stati applicati ai due studi sperimentali riportati nella tesi; nello specifico ci riferiamo alla Regulatory Focus Theory, al Framing Effect e per ultimo, non in base ad un ordine d’importanza, al Ragionamento Controfattuale.
Nella parte finale del presente elaborato si passeranno in rassegna i due studi sperimentali effettuati presentando i metodi utilizzati, il campionamento, gli strumenti, le analisi e soffermandoci sulle conclusioni e discussioni sorte consecutivamente alla fine del lavoro.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1: La Politica è Comunicazione 4 Primo Capitolo La Politica è Comunicazione 1.1 Breve Excursus storico: dall’antica Grecia al XX Secolo L‟origine della comunicazione politica risale all‟antica Grecia, quando lo stesso Aristotele esprimeva che: “L‟uomo per sua natura è un animale politico”. Con quest‟espressione egli poneva l‟accento già dal principio sul legame indissolubile e monozigote di questi due elementi. Un grande politico è un grande oratore ed è proprio a tal proposito che la storia ci rimanda ai grandi oratori greci. Anche se l‟idea di comunicazione politica vera e propria vedrà la luce solo molto più tardi, la sua nascita, come già anticipato, la ritroviamo nelle agorà delle stesse polis greche, dove già inizialmente si dava importanza alla riflessione e alla discussione tra persone dove, inoltre, si cominciava a riflette sul potere della retorica come strumento di persuasione e dei suoi utilizzi nella società, non solo sul versante culturale ma piuttosto e soprattutto su quello economico e politico. Platone faceva risaltare l‟importanza del collegamento tra retorica, il suo oratore e la politica in questi termini:”… è appunto l‟oratore che dà un consiglio; colui che ben sa

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi