Skip to content

Il contratto di factoring alla luce del modello finanziario italiano

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Persano
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi del Salento
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Finanza
  Relatore: Fabrizio Quarta
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 73

Il lavoro di tesi è incentrato sul factoring, uno strumento finanziario considerato atipico fino al 1991, quando fu regolato per la prima volta con la legge n. 52, definendolo come regime speciale della concessione dei crediti che ricorre in specifici casi dettati dalla stessa legge.
Il factoring, dopo la nascita avvenuta negli Stati Uniti, attraversò una fase di scarsa diffusione sia negli USA stessi che nel resto del mondo, a causa dell’ampissima popolarità dell’anticipazione bancaria, molto utilizzata sia dalle grandi che dalle piccole e medie imprese per la facilità di accesso e per i bassi costi. In seguito lo spread tra l’anticipazione bancaria e le commissioni richieste per il factoring hanno fatto sì che gli individui si orientassero verso questo nuovo strumento finanziario, che offriva, oltre all’anticipazione classica, altri servizi come la gestione dei crediti, l’azione di recupero degli stessi e, con l’inserimento di alcune clausole, l’assunzione del rischio di insolvenza.
Per quanto riguarda la gestione dei crediti, la società di factoring si può occupare dell’intero portafoglio clienti di un’impresa e gestirlo nel migliore dei modi; in questo caso però il factor non offrirà il servizio dello smobilizzo, ma solo ed esclusivamente la gestione fino a scadenza dei crediti, ed eventualmente le azioni per il loro recupero nel caso di inadempimento del debitore.
Le due principali forme del factoring sono quelle relative al factoring pro soluto e al factoring pro solvendo.
Le principali cause che hanno portato alla crisi economico-finanziaria sono il continuo indebitamento degli Stati Uniti che ha portato ad un incremento del deficit della bilancia commerciale, a cui si è poi aggiunta la crisi dei mutui sub prime. Come sappiamo, questo evento ha portato al fallimento di numerosi istituti finanziari, e le banche che sono riuscite a resistere hanno ridotto l’erogazione dell’anticipazione bancaria e la concessione di credito.
In questo quadro, il factoring ha accresciuto la propria importanza permettendo alle imprese di smobilizzare i loro crediti velocemente ed entrare in possesso della liquidità necessaria per far fronte alle necessità del mercato.
In seguito si sono analizzati dei risultati ottenuti dalle principali associazioni di categoria e preso in esame delle soluzioni pratiche attuate da istituti finanziari.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Negli ultimi anni, nell’ambito del sistema finanziario nazionale, è cresciuto significativamente il peso del leasing, del factoring e del credito al consumo, accomunati parzialmente dalla storica appartenenza all’intermediazione finanziaria non bancaria. Essi rappresentano ormai dei circuiti di allocazione delle risorse finanziarie che vanno a completare e integrare l’offerta di prodotti e servizi tradizionalmente riferibili al comparto bancario. Non a caso, sono diverse le tipologie di operatori che, nel corso degli anni, si sono affermate su tali mercati: società finanziarie specializzate monoprodotto1, società finanziarie specializzate pluriprodotto2, società captive di matrice industriale, banche “specializzate” e banche “generaliste”3. I recenti fenomeni di concentrazione e di crescente pressione concorrenziale riscontrabili in questi mercati, con le inevitabili conseguenze sulla numerosità, sulla scala dimensionale e sugli equilibri economici degli operatori, hanno finito per rendere l’ingresso su ciascuno di tali mercati un’opzione strategica da ponderare con la massima cura e, in ogni 1 Soggetti la cui offerta comprende in via esclusiva l’offerta di leasing finanziario, di factoring oppure di credito al consumo. 2 Soggetti che si specializzano in un ambito ristretto di crediti specializzati e integrano all’interno della propria offerta leasing, factoring e credito al consumo o due soltanto delle tre categorie. 3 Soggetti che nella propria offerta complessiva di prodotti integrano anche la produzione diretta e l’offerta de leasing finanziario, di factoring e di credito al consumo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

assifact
crisi economica
crisi finanziari
crisi finanziaria
factoring
gli sviluppi del factoring dopo la crisi
mps l&f
pro soluto
pro solvendo
storia del factoring
sub-prime

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi