Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Intervista con il killer - La negoziazione dei fatti nel giornalismo giallo di Franca Leosini

Il campo di indagine, oggetto di studio, è costituito dalla trasmissione televisiva “Storie Maledette”, programma di RaiTre, condotto e ideato dalla giornalista Franca Leosini: costituito da interviste effettuate a carcerati, rei di crimini particolarmente efferati. Ma l’intervista è solo la base, il suo contenuto è molto più ampio. All’interno del dialogo, tra la giornalista e il reo, scorrono la vita, le passioni di chi in preda alla follia decide di commettere un omicidio, o una serie di omicidi. Ciò che è stato analizzato all’interno di questo lavoro è la comunicazione tra la giornalista e l’omicida: in particolare la negoziazione dei fatti giornalistici quale efficace mezzo di comunicazione che fa di questa trasmissione un programma che da sette anni è inserito all’interno del palinsesto di RaiTre. A tale scopo sono state scelte delle puntate sulle quali è stata condotta un’ analisi sulla base degli studi della programmazione neurolinguistica.
Un lavoro molto lungo e articolato che ha richiesto uno studio approfondito del linguaggio verbale, non verbale , paraverbale e di tutti i tratti della comunicazione interpersonale; intendendo per comunicazione interpersonale una interazione tra due o più soggetti, tendenzialmente in situazione di compresenza. Tale tipo di comunicazione è caratterizzata dalla possibilità di feed back, risposta retroattiva in tempo reale, e dalla interscambiabilità dei ruoli di emittente e destinatario; nonché un’analisi degli affetti prodotti dal contesto (ruoli, status, norme). Il testimone privilegiato è rappresentato dalla giornalista Leosini al quale profilo è stato dedicato l’intero capitolo finale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Il campo di indagine, oggetto di studio, è costituito dalla trasmissione televisiva “Storie Maledette”, programma di RaiTre, condotto e ideato dalla giornalista Franca Leosini: costituito da interviste effettuate a carcerati, rei di crimini particolarmente efferati. Ma l’intervista è solo la base, il suo contenuto è molto più ampio. All’interno del dialogo, tra la giornalista e il reo, scorrono la vita, le passioni di chi in preda alla follia decide di commettere un omicidio, o una serie di omicidi. Ciò che è stato analizzato all’interno di questo lavoro è la comunicazione tra la giornalista e l’omicida: in particolare la negoziazione dei fatti giornalistici quale efficace mezzo di comunicazione che fa di questa trasmissione un programma che da sette anni è inserito all’interno del palinsesto di RaiTre. A tale scopo sono state scelte delle puntate sulle quali è stata condotta un’ analisi sulla base degli studi della programmazione neurolinguistica. “Non si può non comunicare”1 ha affermato uno dei più grandi esperti di comunicazione della nostra epoca, lo studioso Paul Watzlawick2, del Mental 1 Stefano Santori e Raffaele Galasso, Practitioner, Catania 2001 2 Paul Watzlawick (Villach, 25 luglio 1921 - Palo Alto, 31 marzo 2007) è stato uno psicologo austriaco, primo esponente della statunitense Scuola di Palo Alto. Conseguì la laurea in Lingue moderne e Filosofia all'Università di Venezia per poi proseguire gli studi presso l'Istituto Carl Gustav Jung di Psicologia analitica di Zurigo. Dopo un periodo di insegnamento di Psicoterapia all'Università di El Salvador, dal 1960 ha il ruolo di ricercatore associato al Mental Research Institute di Palo Alto. Nel 1976 diventa professore associato all'Università di Stanford. È stato il massimo studioso della pragmatica della comunicazione umana, delle teorie del cambiamento e del costruttivismo radicale. Figura di spicco dell'approccio sistemico e della terapia breve, si deve alle sue opere la diffusione dell'approccio allo studio della comunicazione e dei problemi umani della Scuola di Palo Alto.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Danilo Iannazzo Contatta »

Composta da 163 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 901 click dal 31/05/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.