Skip to content

La filiera legno-energia: un'analisi economica delle possibilità energetiche della biomassa da legno

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Asara
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Angela Tarabella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 93

Il lavoro svolto prende in esame una fonte rinnovabile di energia presente da sempre sul pianeta: la biomassa del legno. La moderna tecnologia ha reso possibile ulteriori utilizzi energetici di questo materiale e il rialzo dei prezzi del petrolio ne ha reso conveniente l’impiego. La prima parte della tesi prende in esame i nuovi combustibili che derivano dalla biomassa legnosa come il pellet e il cippato di legno e ne individua le caratteristiche fisiche, merceologiche ed economiche, allo scopo di analizzare quanto questi possano costituire, se non un’alternativa ai combustibili tradizionali, almeno un apporto importante al consumo energetico del nostro paese. La seconda parte si occupa di individuare i problemi “chiave” per l’avvio di uno stabilimento di produzione del pellet, per poi andare a progettare un impianto pilota nella provincia di Olbia-Tempio, preceduto da un’analisi sul territorio della quantità di biomassa disponibile.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Il recente sviluppo economico di paesi come Cina e India ha avuto effetti sensibili sull’economia mondiale. L’aumento della domanda di energia che ne è derivata è causa principale dell’impennata del prezzo del petrolio, che ad oggi ancora non s’è fermata e rischia di raggiungere i 150 dollari al barile per l’estate del 2008 e i 200 dollari nel 2009. L’agenzia internazionale dell’energia (Aie) recentemente ha fatto sapere che la futura offerta di petrolio si ridurrà notevolmente. Contro gli 87 milioni di barili consumati ogni giorno, ne occorrerebbero 116 milioni nel 2030 per far fronte alla domanda mondiale. Ma per l’esaurimento progressivo dei pozzi e la diminuzione di investimenti si produrranno non più di 100 milioni di barili. La preoccupazione è tale che molti paesi hanno rivisto i propri piani energetici rivalutando le alternative che prima venivano scartate perché non competitive con un prezzo del petrolio basso. Caso emblematico è quello del nostro Paese che ha rivalutato la possibilità di impiantare nuove centrali nucleari, dopo che si era rinunciato a questa alternativa molti anni fa. Anche le energie rinnovabili sono state “chiamate” a fare la loro parte nel ridurre l’incidenza del petrolio nella produzione di energia. Il loro contributo può diventare determinante dal momento in cui diventano competitive dal punto di vista economico grazie ai prezzi proibitivi del petrolio e, fattore non indifferente, per ridurre anche le emissioni di gas serra, ritenuti responsabili dello squilibrio climatico rilevato in questi ultimi tempi. Il presente lavoro prende in esame una fonte di energia rinnovabile e pulita: la biomassa legnosa. Usato fin dall’antichità, il legno ha un’incidenza di emissioni di CO2 pari a zero, dato che i gas che si sprigionano dalla combustione vengono riassorbiti dalla crescita delle nuove piante mediante la fotosintesi. Il legno non può essere considerato una fonte di energia nuova, ma sono nuove le applicazioni che questa biomassa può permettere, grazie allo sviluppo di nuove tecnologie di combustione. Queste hanno permesso un alto rendimento del combustibile che lo rendono molto competitivo rispetto alle alternative tradizionali, soprattutto alla luce dell’aumento del prezzo dell’olio combustibile. Il primo capitolo passa in rassegna le diverse applicazioni che la biomassa può offrire, soffermandosi in particolare sulla biomassa legnosa e sul pellet, nuovo combustibile ecologico che sta trovando sempre più diffusione anche nel nostro Paese. La sua

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi