Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Studio di fattibilità di un "Decision Support System" per lo scheduling dello Stabilimento FGA di Termini Imerese

Lo scopo è quello di condurre un’analisi di fattibilità sulla progettazione di un Decision Support System (DSS) che possa essere da supporto al production scheduling e all’attività di Material Control di tutti quei componenti a basso tasso di richiesta da parte dei clienti, ossia tutti quei componenti che sono assemblati con tassi di richiesta inferiori all'unità.
Dopo una breve presentazione del production system FGA e del modello di simulazione di tale processo verranno presentate al lettore le conclusioni dello studio.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione 6 Da più di un secolo il settore automotive rappresenta il paradigma dell’industria occidentale. Il suo peso, in termini di reddito prodotto, numero di occupati, di complessità e di relazioni industriali, ha fatto in modo che l’industria automobilistica lasciasse un segno indelebile nella storia della nostra società. Come tutti i settori dei Mercati Mondiali, anche il Mercato Automotive, ha visto in questi ultimi anni un periodo di crisi profonda; le cause sono principalmente due: da un lato i Costi, dall’altro i paesi emergenti dell’Asia. In Europa e Nord America (dove la domanda è ormai satura) le aziende automobilistiche si trovano a dover fronteggiare il problema di una “eccesso di capacità produttiva installata”, il che comporta elevati costi e basso livello di efficienza. Nel frattempo i costruttori Asiatici (esclusa Toyota, che è più assimilabile alle case occidentali) aumentano la loro concorrenza su tutti i mercati, forti di minori costi di produzione. Per tali ragioni le aziende costruttrici occidentali devono cercare di penetrare nuovi segmenti di mercato e mantenere i propri clienti, percorrendo la strada della differenziazione e della customizzazione del prodotto, in quanto la battaglia sui costi di produzione e i prezzi di vendita è compromessa in partenza, Far percepire al cliente la propria offerta come “migliore” delle altre è ormai un must per tutte le aziende automotive. Tralasciando altre strategie messe in atto dalle case costruttrici (startegie di Merger & Acquisition, Brand Proliferation …) non perché di minore rilevanza, ma perché lontane dallo scopo di questa tesi, ci focalizzeremo sugli investimenti in differenziazione. Tali investimenti si materializzano in azioni di Marketing e Alto Grado di Personalizzazione dei Prodotti. Quest’ultimo è proprio il trigger di questa tesi; quando un cliente sceglie una vettura ed emette un ordine, decide quali optional andare ad inserire in quella che sarà la sua auto.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Francesco Giammarresi Contatta »

Composta da 112 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 494 click dal 21/06/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.