Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L’acquisizione e il potenziamento delle abilità di comunicazione-relazione in un soggetto con Rm

La coesistenza di individui in un insieme è sottoposta ad un continuo confronto dialettico di fattori di coesione e di divisione, di concordia e di disaccordo, di coopereazione e di conflitto. Tuttavia, qualsiasi sia il tipo di rapporto affettivo che si instaura tra gli individui, cioè qualsiasi sia la relazione esistente tra essi, nel processo associativo che li coinvolge, essi devono comunicare tra loro; senza la comunicazione non possono esistere né associazione, né relazione. Durante le attività comunicativa, selezioniamo informazioni che ci circondano e permettiamo solo a pochi stimoli di arrivare a coscienza ed essere recepiti. Tutto ciò avviene in modo inconscio: non ci rendiamo neppure conto di quanto sia parziale la nostra visione del mondo. Ma cosa succede in un soggetto con ritardo mentale? Come far acquisire e/o potenziare le abilità comunicative? Proprio perché comunicare è un’attività complessa mediante la quale viene allargata la libertà dell’individuo, potenziate le sue capacità ed incrementate le possibilità che gli consentono di affrontare in modo adeguato le diverse sfide provenienti dall’ambiente, l’apprendimento alla comunicazione costituisce un traguardo educativo talmente rilevante da rinunciarvi solo in presenza di ostacoli davvero insormontabili.

Mostra/Nascondi contenuto.
Laura Petrucci - L’acquisizione e potenziamento abilità di comunicazione- relazione in soggetto con Rm 3 Abstract La coesistenza di individui in un insieme è sottoposta ad un continuo confronto dialettico di fattori di coesione e di divisione, di concordia e di disaccordo, di coopereazione e di conflitto. Tuttavia, qualsiasi sia il tipo di rapporto affettivo che si instaura tra gli individui, cioè qualsiasi sia la relazione esistente tra essi, nel processo associativo che li coinvolge, essi devono comunicare tra loro; senza la comunicazione non possono esistere né associazione, né relazione. Durante le attività comunicativa, selezioniamo informazioni che ci circondano e permettiamo solo a pochi stimoli di arrivare a coscienza ed essere recepiti. Tutto ciò avviene in modo inconscio: non ci rendiamo neppure conto di quanto sia parziale la nostra visione del mondo. Ma cosa succede in un soggetto con ritardo mentale? Come far acquisire e/o potenziare le abilità comunicative? Proprio perché comunicare è un’attività complessa mediante la quale viene allargata la libertà dell’individuo, potenziate le sue capacità ed incrementate le possibilità che gli consentono di affrontare in modo adeguato le diverse sfide provenienti dall’ambiente, l’apprendimento alla comunicazione costituisce un traguardo educativo talmente rilevante da rinunciarvi solo in presenza di ostacoli davvero insormontabili. Parole chiave 1 Comunicazione 2 Relazione 3 “Altro” 4 Autonomia 5 Ritardo mentale

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Laura Petrucci Contatta »

Composta da 48 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1045 click dal 21/06/2010.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.