Skip to content

La condizione fluida dell'epoca contemporanea - Dallo stato solido allo stato liquido della modernità

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Volpato
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Giuseppe Goisis
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 117

La fine delle grandi narrazioni, corrisponde anche alla fine dei grandi discorsi sull'etica. L'analisi dell'epoca contemporanea che abbiamo sin qui condotto, presuppone una rivalutazione di approccio al discorso etico, che tenga conto dei diversi giochi linguistici, principalmente originati dallo sviluppo tecnologico. Lo sviluppo tecnologico ha contribuito ad isolare l’individuo sia in termini strettamente
fisici, sia dal punto di vista delle relazioni con l’altro. Per assurdo, la maggiore capacità di comunicare, di trasmettere velocemente dati e informazioni in ogni angolo del pianeta, la possibilità di raggiungere chiunque in questo mondo, cosa o persona che sia, ha paradossalmente isolato l’essere umano nel suo IO, allontanandolo dall’altro sotto ogni punto di vista. La prima conseguenza del dominio della tecnica è evidente nell'emancipazione dell'essere umano, ormai fedele alla macchina e dipendente da essa. L'altro non è più necessario e viene sostituito da infiniti assemblaggi di circuiti ed ingranaggi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La presente tesi propone un'analisi dell'epoca nella quale viviamo, in particolare accogliendo e facendo propria la metafora evidenziata in diverse occasioni da Z. Bauman, della “condizione liquida” dei nostri tempi. Attraverso lo studio delle teorie di alcuni dei maggiori pensatori moderni, il lavoro tenta di trasmettere la consapevolezza di essere partecipi dell’inizio di una nuova fase dell’età moderna, di un cambiamento in atto, accolto come un passaggio in una nuova fase della storia, non ancora ben definita, ma caratterizzata da elementi comuni e ben marcati nella società contemporanea. Il termine “Modernità” indica un’epoca la cui origine viene individuata approssimativamente agli inizi del XVII secolo. Altre fonti storiche collocano la sua nascita ancor prima, alla fine del XV secolo, per la precisione nel 1492, anno della scoperta dell'America. Più difficile è definirne la durata ma soprattutto determinare la sua eventuale fine. Molti studiosi sostengono che quest’epoca sia da considerarsi conclusa e ritengono che la società sia entrata in un periodo storico definito “post-moderno”, del “post-modernismo”, “società post-industriale”, “società dell’informazione”, “società dei consumi”, “modernità riflessiva”, “sur- modernità” … . La perdita dei valori e l'evidente crollo delle ideologie, sono solo alcune delle conseguenze del passaggio da uno “stato solido” ad uno “stato liquido” della realtà. Il mondo cambia rapidamente, la coscienza collettiva sta perdendo la consapevolezza del proprio futuro, la società è in balia di se stessa, dei propri rapidi mutamenti e noi sembriamo incapaci di tenere il passo. E' stato sostenuto che: Il nostro mondo interiore non muta così rapidamente come le condizioni del lavoro, come l’ambito tecnologico al quale afferriamo, travolto da un mutamento rapinoso, che fa emergere forme tecnologiche ogni giorno più raffinate e sofisticate. I mutamenti frenetici e violenti sono mal sopportati dal nostro universo interiore: questa mi pare una chiave idonea per intendere certe nostre attuali difficoltà.1 Credo che mai, come oggi, ci si senta lontani dalla consapevolezza di determinare il proprio destino. Lo strumento della politica, per esempio, è diventato oggetto di diffidenza, raccoglitore di sfiducia e fastidiosa incomprensione: mai, come oggi, la politica, è sembrata impotente, incompetente e colpevole. 1 G. GOISIS, Camminando lungo il crinale, Cafoscarina, Venezia 2006, pp. 12_13. 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

augé
bauman
contemporaneità
contemporaneo
epoca contemporanea
epoca moderna
filosofia
fisica quantistica
fluido
individuo
lyotard
magatti
modernità
moderno
società
spazio-tempo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi