Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Antenna patch stacked ad onde superficiali ridotte

La tecnologia a microstriscia è stata largamente impiegata nella realizzazione di antenne ad alta frequenza in quanto consente la realizzazione di strutture leggere e flessibili dai costi contenuti e facilmente integrabili con dispositivi elettronici. Le antenne a microstriscia sono tuttora impiegate in moltissime applicazioni che includono le comunicazioni personali, i sistemi satellitari e le applicazioni in
campo militare. Il loro impiego è però limitato da alcuni problemi come la banda ridotta, una limitata capacità di trasportare potenze elevate e dalle perdite alle alte frequenze. Per questi problemi si sono trovate nel corso degli anni alcune soluzioni. Ad esempio diverse antenne a microstriscia a larga banda sono state presentate nella letteratura tecnica ampliando notevolmente il loro campo di applicazione. Uno dei problemi più difficili da risolvere rappresenta l’emissione, da parte delle strutture a microstriscia, delle onde superficiali. Come sarà chiarito nel seguito, una corrente che fluisce su una struttura dielettrica stratificata, come quelle a microstriscia, emette onde superficiali. Questo tipo di onde non contribuisce all’ irradiazione del segnale in campo lontano diminuendo, di conseguenza, l’efficienza di radiazione dell’antenna. Inoltre, è responsabile di accoppiamenti non voluti tra antenne vicine come nel caso degli array. Limitare l’eccitazione delle onde superficiali significherebbe quindi un aumento di efficienza di radiazione oltre che all’eliminazione degli accoppiamenti indesiderati. Diverse tecniche per l’eliminazione delle onde superficiali sono state proposte nella letteratura scientifica recente e se ne ricordano di seguito le due più importanti.

Mostra/Nascondi contenuto.
Linee di trasmissione Capitolo 1 LINEE DI TRASMSSIONE Una linea di trasmissione è un sistema formato da due o più conduttori che può supportare modi di propagazione di tipo TEM. Per modo TEM, si intende una soluzione delle equazioni di Maxwell con i vettori intensità di campo elettrico e di campo magnetico trasversali all’asse della linea e quindi alla direzione di propagazione. Se il modo TEM è l’unico modo di propagazione lungo la linea, la struttura di campo per il modo TEM, nella sezione trasversale della linea, è identica alla struttura di campo statico anche per frequenze non nulle. Ne deriva che i parametri per unità di lunghezza possono essere ricavati unicamente utilizzando le metodologie valide per campi statici, il che semplifica notevolmente la determinazione. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Pietro Giannuzzi Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 507 click dal 25/08/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.