Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le parole della grammatica nei manuali di italiano L2

La tesi si occupa di analizzare se e come vengano chiarite, nei manuali di italiano come lingua seconda, le parole grammaticali a cui si ricorre in tali testi.
L'analisi tiene conto di dati qualitativi, mettendo in luce quattro diverse modalità secondo cui i significati delle parole suddette vengono spiegati agli apprendenti, ma tiene conto anche della rilevanza quantitativa di tali metodi di chiarimento lessicale, rivolgendo un'attenzione particolare ai casi in cui i termini grammaticali non vengono chiariti.
La tesi, inoltre, fornisce una breve panoramica su alcuni studi di settore, italiani e non, e propone alcuni suggerimenti per una migliore accessibilità al lessico metalinguistico da parte degli apprendenti.

Mostra/Nascondi contenuto.
Presentazione del lavoro Il lavoro che espongo in questa tesina mira ad esplorare il lessico della grammatica nel particolare contesto della manualistica dell’italiano come lingua seconda. Nelle pagine che seguono, infatti, mi propongo di descrivere ed analizzare come la terminologia metalinguistica dell’italiano si presenti in alcuni dei piø importanti manuali di italiano L2, scelti tra quelli che si rivolgono ad apprendenti di livello A1-A2. In particolare, mi occuperò di Contatto 1, Piazza Navona e Rete 1. Esaminerò, innanzitutto, come vengano proposti termini e locuzioni grammaticali: ovvero, se e quanto ci si preoccupi di renderne chiaro il significato, e con quali strategie, quanta consapevolezza vi sia dei problemi che possono rappresentare per gli apprendenti, quanto spazio vi si dedichi, se e quanto si cerchi di limitarne o favorirne la presenza, e per quali motivi. Inoltre, cercherò di capire, al di là delle intenzioni degli autori, quanto la terminologia grammaticale possa risultare accessibile e comprensibile per gli apprendenti che fruiscono dei manuali. Per valutare questo punto, non ho potuto fare riferimento a statistiche e dati derivanti da indagini “sul campo”, e perciò baso le mie considerazioni unicamente sulla mia capacità interpretativa e, in qualche caso, su esperienze dirette che ho avuto durante la mia finora breve attività di insegnante di italiano L2. Esistono, in effetti, studi che analizzano il metalinguaggio nell’ambito della didattica delle L2, e in seguito vi farò qualche breve accenno, ma non sono stato in grado di trovarne che propongano dati statistici quanto alla percezione da parte degli apprendenti del metalinguaggio nei manuali di italiano L2 o di altre lingue seconde. A conclusione di questa tesina, dopo l’analisi dei manuali, cercherò di proporre alcune idee e suggerimenti utili su quale lessico grammaticale potrebbe essere opportuno adottare nei manuali di italiano L2 e su come sarebbe meglio presentarlo. A questo scopo, farò riferimento anche alla mia breve esperienza di docenza in questo settore, oltre che ad alcuni studi che si occupano a livello generale di metalinguaggio nella didattica delle lingue seconde. 5

Tesi di Master

Autore: Roberto Zandanel Contatta »

Composta da 69 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2689 click dal 27/08/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.