Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le terme come risorsa sociale per la valorizzazione del territorio in Trentino e in Emilia-Romagna

Il termalismo è una pratica dalle origini molto antiche: l'uso delle acque termali a scopo curativo ebbe inizio nell'Antica Grecia. A partire da quel momento le acque termali sono diventate sinonimo di salute e benessere; secondo le usanze religiose, un bagno nell'acqua termale serviva a purificare l'anima e arricchire la salute fisica e spirituale dell'uomo.
Da sempre le terme sono un patrimonio d’utilità sociale e una risorsa per la società: sono nate affinché tutti ne possano usufruire e sono state molto spesso anche un punto d’incontro e luogo di svago, un momento di vita sociale, non solo ambiente di cura. La frequentazione delle terme dà vita al termalismo, il turismo che si sviluppa attorno alle stazioni di cure termali, alla base del turismo moderno, un fenomeno che segue le credenze, i costumi e il senso morale delle epoche storiche che si sono succedute. Esso trae beneficio da condizioni di benessere della popolazione, dalla presenza di una rete efficiente di collegamenti stradali e ferroviari, dalla vicinanza di strutture ricettive e di svago. È possibile affermare quindi che il successo delle terme è dato dalla capacità di adattarsi al territorio e dall’avere un atteggiamento proattivo verso le nuove tendenze ed esigenze della società.
La tesi ripercorre i momenti più significativi della storia del termalismo, focalizzando l'attenzione sui cambiamenti più recenti del settore termale, colpito da una forte crisi negli anni '90. Questo momento critico è stato superato grazie all'adozione di due approci: l'integrazione con il settore benessere e la creazione di legami con il territorio circostante. Le città termali hanno in questo modo riaffermato il proprio ruolo di risorse sociali incrementando il valore delle aree in cui sono inserite.
In particolare, ho analizzato e posto a confronto il sistema termale del Trentino e dell'Emilia-Romagna, due regioni fortemente incentrate sul turismo e ricche entrambe di risorse termali.

Mostra/Nascondi contenuto.
11 Introduzione Le terme sono un’istituzione millenaria che ha seguito le evoluzioni delle epoche e delle società che si sono succedute nel corso della storia, arrivando fino ai giorni nostri rinnovate nell’immagine, ma non nella funzione: la cura delle malattie e il raggiungimento di uno stato di benessere psico-fisico. Oggetto di questa tesi è l’evoluzione del concetto di termalismo, un fenomeno che affonda le proprie radici nell’antica Roma e si modifica nel corso del tempo seguendo le credenze, i costumi e il senso morale dei secoli successivi, ottenendo la validazione scientifica dopo un lungo periodo di veti, in un continuo alternarsi di momenti di maggiore o minore successo. Le tendenze della moderna società hanno avuto delle ripercussioni positive su questo settore, contribuendo all’affermarsi di un’immagine positiva e alla ripresa del contesto termale dopo la crisi che ha investito il settore negli anni Novanta: il legame con il settore benessere e il perfezionamento delle strutture termali in quanto risorse sociali per la valorizzazione culturale e ambientale del territorio. Scopo di questo lavoro è proprio quello di dimostrare come il settore termale abbia saputo cogliere queste due tendenze per riposizionarsi in modo competitivo sul mercato, soprattutto creando delle sinergie con il comparto benessere e con le risorse ambientali e culturali offerte dal territorio. La tesi è divisa in due sezioni: la prima parte è più teorica, all’excursus storico si affiancano gli approfondimenti sul concetto di benessere e le iniziative volte alla valorizzazione del contesto termale; la seconda parte prende in analisi il sistema termale della Provincia Autonoma di Trento e dell’Emilia-Romagna, così da fornire un riscontro pratico alle osservazioni emerse. Si tratta di due contesti diversi dal punto di vista territoriale, di organizzazione interna e in merito alla regolamentazione legislativa del settore. Entrambi sono stati scelti per la vicinanza con l’oggetto d’indagine: provengo da Rovereto e da qualche anno vivo a Modena e questo mi ha consentito una maggiore facilità nel reperire le fonti e una conoscenza più approfondita delle realtà considerate.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Sara Dapor Contatta »

Composta da 246 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2177 click dal 26/08/2010.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.