Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Brain Whispering: il mio counseling in azienda. Dalla ''formazione al ruolo'' alla ''formazione alla persona''.

Charles Darwin sosteneva che “non vince il più forte, ma chi si adatta meglio”. Questa legge naturale esiste anche nel mondo dell’impresa dove chi non sa adattarsi ai cambiamenti è destinato a soccombere. Come può allora la formazione aiutare ad adattarsi senza venire meno a principi etici basilari o alla propria identità e missione aziendale?
Sicuramente fare formazione tecnica non basta perché dietro ad ogni processo c’è sempre un uomo pensante, non basta la formazione d’aula tradizionale perché ognuno di noi ha bisogno di interiorizzare e sperimentare in modo diverso, non basta più nemmeno la formazione esperienziale dove si aiutano le persone a fare “esperienza” delle proprie capacità in ambiti mai sperimentati.
Il Counseling, nato come relazione di aiuto in momenti particolari della vita di una persona, è la soluzione ideale perché rafforza le tecnicità necessarie al vivere quotidiano facendo vivere le conoscenze attraverso sentimenti, emozioni, relazioni.
Per sopravvivere un’azienda deve passare dalla “formazione al ruolo” alla “formazione alla persona”: quello che propongo con “Brain Whispering”, un modello di Counseling per l’impresa nato da 20 anni di esperienza sul campo.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 PARTE I Premessa Non voglio tediare nessuno con la storia della mia vita professionale di consulente e formatore, ritengo però sia indispensabile chiarire come siano avvenuti tutta una serie di cambiamenti che mi hanno portato a delle scelte professionali molto radicali come abbandonare quasi totalmente l’aula tradizionale per approdare al Counseling in impresa con “Brain Whispering”, un modello di mia ideazione. Questi passaggi laboriosi sono durati una ventina d’anni e mi hanno aiutato a capire che per ottenere dei cambiamenti è stato per me necessario essere il primo, pur nella stabilità della mia professione, a sapermi e dovermi adattare alle situazioni. Charles Darwin diceva che “non sopravvive il più forte o il più intelligente, ma chi si adatta più velocemente al cambiamento”. Questa che sembra essere solo teoria è una realtà tangibile soprattutto nel mondo aziendale: periscono quelli che non sanno adattarsi o non portano cambiamenti. Ho sempre creduto che la formazione possa aiutare in tal senso sviluppando menti più aperte e creando motivazione continua, ma per farlo mi sono reso conto che non mi era sufficiente adattarmi semplicemente a dei modelli di formazione standard; sentivo la necessità di inventare qualcosa di nuovo, avere il coraggio di sperimentarlo e di proporlo. Questa mia ricerca, oggi

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Paolo G Bianchi Contatta »

Composta da 141 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1803 click dal 26/08/2010.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.