Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Applicazione della metodologia Six Sigma in una moderna realtà industriale

Nel corso del tirocinio si sono analizzati due processi all’interno dell’azienda secondo il metodo Six Sigma con i seguenti obiettivi:
- conoscere il processo: sapere se è centrato nel valore di riferimento, se produce valori all’esterno delle specifiche e se presenta situazioni anormali da riportare in controllo; - migliorare il processo: decidere se sono necessarie azioni correttive, oppure piani di controllo del processo e se esistono margini di miglioramento.
Sia nel processo di assemblaggio dei motocompressori serie MDVN, che nella prova di collaudo dei gruppi-vite, si sono evidenziate delle lacune nella raccolta dei dati, lacune che non hanno consentito un’analisi più approfondita delle cause di variabilità dei due processi e che hanno in parte falsato alcuni risultati dell’analisi. Gli accorgimenti proposti, descritti nei capitoli 4.3.8.2 e 5.2.3.2, dovrebbero consentire all’azienda di colmare queste lacune e di iniziare a rilevare i dati correttamente. Una volta ottenuto un numero di dati significativi, l’azienda potrà utilizzare gli strumenti forniti dal sottoscritto per eseguire nuovamente l’analisi Six Sigma e valutarne i risultati.
Lo scopo di questo lavoro era quello di incrementare la qualità all’interno di due processi aziendali; tale obiettivo probabilmente non è stato raggiunto, tuttavia sono state fornite all’azienda delle indicazioni sui problemi che affliggono i due processi e che non hanno consentito al sottoscritto di sviluppare adeguatamente la fase di Improve del DMAIC. Inoltre, con questo lavoro viene lasciata in eredità all’azienda una tecnica di analisi che potrà essere utilizzata anche in futuro per cercare di migliorare altri processi.
Tale tecnica si è rivelata molto potente in quanto si è riusciti ad evidenziare tutta una serie di problematiche la cui risoluzione non potrà che portare grossi benefici all’azienda. Infatti, la diminuzione della variabilità dei due processi consentirà all’azienda di diminuire notevolmente i propri costi interni, sia in termini di costi della manodopera (per quel che riguarda l’assemblaggio dei motocompressori seri MDVN) che in termini di costi dovuti a bassa qualità (per quel che riguarda le prove di collaudo dei gruppi-vite).

Mostra/Nascondi contenuto.
Politecnico di Torino - Sede di Mondovì A.A. 2008./2009 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 1 INTRODUZIONE Il presente studio descrive il progetto svolto durante il tirocinio presso la società Rotair Spa di Caraglio (CN), come collaboratore del Responsabile della Produzione. L’azienda ha una gestione della qualità abbastanza recente, essendo certificata ISO 9001 solo dal 2006, e molti strumenti del controllo statistico di processo sono implementati e applicati regolarmente. Tuttavia, durante lo svolgimento del tirocinio, ho scoperto che l’implementazione di un buon sistema qualità ISO 9001 non è assolutamente il massimo che un’azienda può aspirare ad avere, ma può servire come primo gradino e trampolino di lancio per modelli qualità più evoluti. Per evoluti si intende più remunerativi ed efficienti nel raggiungere l’obiettivo della soddisfazione del cliente e del mercato, permettendo principalmente di ottenere: - prodotti più affidabili - rapida innovazione della gamma di prodotti - nuove tecnologie - costi più bassi di prodotto - maggiore organizzazione aziendale - migliore servizio Uno di questi metodi è il Six Sigma, che è una vera e propria filosofia aziendale, sia tecnica, che di produzione, recentemente introdotta in alcune delle migliori industrie internazionali. Una filosofia votata al raggiungimento dell’eccellenza nelle varie attività e processi svolti all’interno dell’azienda, allo scopo di consegnare al cliente un prodotto e un servizio ineccepibili. Nel corso della mia permanenza in azienda sono stati analizzati alcuni processi di produzione secondo il metodo del Six Sigma, per evidenziare degli elementi che guidino ad un eventuale miglioramento del processo. Per effettuare l’analisi ho impiegato le conoscenze basilari di statistica acquisite nel corso di Statistica Sperimentale e Misure Meccaniche, oltre alle competenze generali acquisite in tutti gli insegnamenti del Corso di Laurea e di Laurea Specialistica in Ingegneria Meccanica. Per quel che riguarda invece la metodologia Six Sigma mi sono rivolto principalmente al testo Rinaldo Tartari, Manuale del Sei Sigma, Franco Angeli, -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 5 Garnero Massimo – Matr. 151991

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Massimo Garnero Contatta »

Composta da 220 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1197 click dal 26/08/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.