Skip to content

La doppia appartenenza culturale negli immigrati di prima e seconda generazione

Informazioni tesi

  Autore: Davide Mezzasalma
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze e tecniche psicologiche
  Corso: Scienze e tecniche psicologiche
  Relatore: Liana Daher
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 83

Negli ultimi anni, il passaggio da un tipo di immigrazioni per lavoro, e quindi temporanee, a quelle per popolamento, con la conseguente stabilizzazione di intere fasce di popolazione, ha imposto alla riflessione sociologica la creazione di una nuova categoria sociale: le cosiddette seconde generazioni di immigrati. Dunque, quando si parla di immigrati oggi non basta più riferirsi ai genitori, ma bisogna considerare anche i figli, i quali sono cresciuti nel nuovo paese o vi sono addirittura nati e vi hanno compiuto almeno una parte della loro scolarizzazione o della formazione professionale. Perciò il giovane immigrato si trova a dover affrontare il non sempre facile compito di dover mediare tra i due mondi, alla ricerca di un delicato equilibrio identitario, che deve essere continuamente rinegoziato e definito. Pertanto la proposta identitaria a volte diventa un vero e proprio tormento per il giovane e può risolversi, nel peggiore dei casi, in un vuoto identitario. Altre volte, si verifica quella che Hutnik definisce come pluri-appartenenza , affermando che gli individui, potendo scegliere la propria identificazione etnica, possono anche partecipare a più culture, assumere cioè più riferimenti identitari.
Attraverso il presente lavoro si è voluto indagare come la questione della doppia appartenenza culturale sia una sfida che riguarda contemporaneamente sia i giovani che i loro genitori, anche se viene esperita con modalità differenti.
La prima parte dell’elaborato è costituita dalla raccolta dei contributi teorici di vari autori sulla tematica trattata, mentre la seconda parte illustra le modalità e i risultati della ricerca esplorativa condotta su alcuni immigrati di prima e di seconda generazione che risiedono nella città di Catania.
Il primo capitolo permette di inquadrare il fenomeno migratorio dal punto di vista sociologico e definisce le seconde generazioni di immigrati come categoria sociale, analizzando anche le problematiche che esse si trovano ad affrontare nel contesto della società ricevente.
Nel secondo capitolo viene approfondita la questione della doppia appartenenza culturale, passando in rassegna le varie strategie di acculturazione che il soggetto adotta nel contatto con la nuova società e viene definito il concetto di identità etnica. Inoltre vengono delineate le caratteristiche della famiglia immigrata, ambito entro il quale le dinamiche identitarie possono rinforzarsi o essere messe in discussione.
Il terzo ed ultimo capitolo, illustra infine, dopo aver tracciato alcune premesse teoriche sulle differenze e gli elementi di continuità tra le prime e le seconde generazioni, la metodologia usata per la ricerca e propone un’analisi delle interviste biografiche.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La storia dell’umanità è stata da sempre caratterizzata da continui spostamenti di persone o di interi gruppi da un posto all’altro del pianeta, alla ricerca di migliori condizioni di vita. L’immigrazione è certamente un fenomeno che nasce da cambiamenti strutturali della società e che al tempo stesso li determina, pertanto rappresenta una fonte non indifferente di trasformazioni a livello culturale. Le culture infatti sono fluide e gli individui interpretano attivamente le loro tradizioni rinnovandole per poter gestire i cambiamenti che le relazioni con gli altri inevitabilmente comportano. La sociologia dello straniero tratteggia un individuo al limite tra due culture, in una condizione di “liminalità”, cioè in una situazione di confine culturale, in cui l’individuo si trova a dover continuamente 1 mediare tra istanze culturali diverse. Essi sono come sospesi tra due mondi, in bilico tra modelli culturali tra loro differenti, e spesso, anche molto distanti: quello della società di origine, rappresentato nel nuovo contesto dalla famiglia, e quello della società che li accoglie. Gli 1 Cfr. Kacznski G., Emigrazione e immigrazione. Una postilla sociologica, in «Formazione e società», 1-2, 2002, pp. 110-116. III

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi