Skip to content

''Perché il mondo ha scelto il Blu-ray?'' Un’analisi dell’evoluzione del mercato dei media in alta definizione

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Gamba
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2007-08
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Discipline Economiche e Sociali (DES)
  Relatore: Alfonso Gambardella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 40

Nel febbraio 2008 si è consumato l’ultimo atto di una standard war durata due anni, la cui conclusione è giunta quasi inaspettatamente anche per gli esperti del settore.
Nella battaglia per aggiudicarsi il ricchissimo mercato dei supporti ottici in alta definizione per l’home media si sono affrontati senza esclusione di colpi due differenti formati, il Blu-ray e l’HD DVD.

Nel presente lavoro, dopo una retrospettiva storica del settore, analizzerò l’andamento del mercato negli ultimi due anni, dando particolare risalto agli eventi che ne hanno caratterizzato l’evoluzione e spiegando come essi abbiano influenzato la non scontata vittoria finale del Blu-ray.

Nonostante oggi si sia giunti ad avere un unico standard de facto tra i formati dell’alta definizione, resta ancora aperto l’interrogativo sull’evoluzione futura del mercato dell’home entertainment che, se da un lato si sta rapidamente spostando verso l’alta definizione, dall’altro prefigura scenari ancora incerti per il permanere del forte legame con la tecnologia DVD.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. INTRODUZIONE Questo capitolo ha lo scopo di fornire al lettore un background di conoscenze generali riguardanti il settore di interesse e di spiegare il fine del lavoro, anticipando le principali questioni che saranno oggetto d’analisi. 1.1 High Definition background Da qualche anno a questa parte si sente parlare sempre più spesso di alta definizione (o High Definition, abbreviato in HD), un concetto che è nell’aria da un tempo ancora più lungo – circa vent’anni – ma che ha trovato applicazione pratica solo di recente: il mondo del video e della televisione sta subendo un cambiamento più silenzioso rispetto ad altri del passato (si pensi alla transizione dalla TV in bianco e nero a quella a colori), ma non di minor rilievo, grazie anche alla crescente popolarità dei monitor a schermo piatto (LCD e Plasma) che, a partire dal 2002, hanno superato, in 1 termini di vendite al dettaglio, i tradizionali televisori a tubo catodico. L’indiscusso successo dei nuovi schermi, motivato dalla preferenza del consumatore per le grandi dimensioni e per l’utilizzo della tecnologia digitale, si è rivelato essere una grossa spinta per il decollo dell’alta definizione che, parallelamente allo sviluppo hardware, ha preso piede anche nelle trasmissioni televisive. Il risultato è che l’HDTV (la TV in alta definizione) è ormai una realtà standardizzata negli USA, in Giappone e in Australia ma che, purtroppo, vede l’Europa ancora ferma alla fase introduttiva (le prime trasmissioni in HD sono infatti 2 andate in onda solo nel 2006, in occasione dei campionati europei di calcio). Il passaggio successivo della transizione si sta verificando con il progressivo abbandono del formato DVD e con l’introduzione dei nuovi supporti fisici capaci di contenere video e film in alta risoluzione: per ovviare ai limiti imposti dall’eccessiva compressione dei dati (pregiudizievole della qualità) è stata sviluppata una nuova metodologia di scrittura che, sfruttando il laser blu – ovvero un fascio di luce più 3 ristretto del laser rosso utilizzato per masterizzare i DVD –, permette di raggiungere capacità molto maggiori rispetto a quest’ultimi. 1 “Flat-screen displays outsell CRTs by 4:1”, 21 maggio 2003, www.pcadvisor.co.uk/news/index.cfm?NewsID=3293. 2 Dal sito: http://it.wikipedia.org/wiki/HDTV. 3 Si veda il Capitolo 3 per ulteriori dettagli. 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

blu ray
bluray
dvd
economia
format war
guerra di standard
hd-dvd
standard
standard war
standards war
sviluppo
tecnologia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi