Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

India e Cina, definizione di un nuovo mercato e di un nuovo fronte economico

La crescita demografica delle nuove potenze economiche Unione Indiana e Repubblica Popolare Cinese destano grandi preoccupazioni per diversi motivi e non ultimo per questioni ambientali.
Abbiamo tendenze ad immaginare il XXI secolo come un grande scontro tra America e Cina che sono già pronte in questa rivalità per la leadership globale, l`India però ha delle risorse nascoste che sono la giovinezza della sua popolazione.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La crescita demografica delle nuove potenze economiche Unione Indiana e Repubblica Popolare Cinese destano grandi preoccupazioni per diversi motivi e non ultimo per questioni ambientali. I due stati e i loro territori fanno registrare una popolazione che raggiunge i 3 miliardi e mezzo di abitanti e tassi di crescita elevati come elevati risultano essere i tassi relativi alla crescita economica con la conseguente accelerazione nel consumo di risorse naturali, a cominciare dalle risorse energetiche del petrolio. Non si può spiegare l’aumento del costo del petrolio arrivato a 100 dollari il barile senza ricordare che improvvisamente hanno fatto irruzione sui mercati mondiali un miliardo e trecento milioni di cinesi, un miliardo e 300 milioni di indiani che aspirano al nostro stesso benessere. Ogni crescita economica genera forti e rapidi cambiamenti nei consumi tipici. Questo implicherà che milioni di cinesi utilizzeranno sempre più l’automobile come mezzo di spostamento urbano e consumeranno prodotti di massa sempre meno riciclabili. Tra i dati in nostro possesso rileviamo così come annunciato dall`Agenzia Internazionale dell`Energia, che nei prossimi vent`anni, i cinesi compreranno 270 milioni di automobili. Già oggi nelle megalopoli di Pechino, Shanghai, Chogging, Canton e Shenzen il traffico urbano è al collasso, la motorizzazione privata è la prima causa delle nubi tossiche che avvolgono i centri abitati. L’inquinamento da traffico veicolare annullerà a breve tutti i benefici creati col controllo delle fonti di inquinamento industriale ed il ricorso alle fonti rinnovabili. L`India è un paese pieno di speranze, di fiducia, di ottimismo per il futuro, è il paese dei giovani, oggi è la nazione in assoluto più giovane, di quelle dimensioni nel mondo, 2/3 di indiani hanno meno di 30 anni, una società che è un simbolo del miracolo economico indiano come la Infosys, gigante del software informatico su 66 mila dipendenti, tecnici, scienziati, ricercatori, manager ha una media di età di 27 anni. Questa caratteristica dell’India si accentuerà, mentre la Cina, che è ancora ancorata al controllo delle nascite, potrebbe vedere fermarsi il boom demografico. Tra vent`anni l`India è destinata a superare la Cina in termini di popolazione ed entro il 2050 nasceranno,

Diploma di Laurea

Facoltà: Interfacoltà

Autore: Maurizio Dell'Aquila Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1430 click dal 24/09/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.