Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le partecipazioni in società controllate, collegate e joint venture nel bilancio delle banche

Ormai la globalizzazione contabile è una realtà: i principi contabili nazionali sono stati sostituiti da una serie di principi e norme riconosciute a livello internazionale emanati dallo International Accounting Standards Board (IASB). I principi contabili, sorti come documenti interpretativi della legge, hanno assunto il carattere di norme con forza di legge attraverso l’elencazione degli IAS/IFRS nel regolamento comunitario 1725/2003. Le ragioni alla base della necessità di applicazione a livello internazionale di un corpo univoco di principi contabili, sono da ricercarsi nello strumento stesso che il documento di bilancio rappresenta.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1 IL BILANCIO DELLE BANCHE 1.1 INTRODUZIONE Il bilancio delle banche è stato e continua a essere oggetto di particolare attenzione da parte della comunità finanziaria: il dibattito si è focalizzato, specie di recente, sulla capacità del set di regole seguite per la sua redazione a rappresentare correttamente la situazione patrimoniale ed economico degli istituti anche in momenti di crisi dei mercati. Il bilancio è un modello di rappresentazione dell’attività aziendale: come tale, le regole di costruzione dello stesso dipendono sia dalla tipologia di operazioni da rappresentare, sia dai destinatari a cui si rivolge. Due tra le ragioni della centralità del bilancio nel dibattito economico- finanziario meritano di essere citate: la crescente complessità assunta dai mercati finanziari e l’ampliamento degli stakeholders a cui il bilancio è rivolto. Il bilancio ha avuto un’evoluzione passando da tipico strumento di rendicontazione dell’attività svolta nel periodo, da parte del management agli azionisti, a strumento informativo indirizzato a una pluralità di stekeholders, aventi fabbisogni informativi non necessariamente coincidenti. 7

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Amedeo Pistillo Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 684 click dal 27/09/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.