Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tra antropologia e psicanalisi: il travestimento nel teatro di Annibale Ruccello

La tesi di master nasce dal precedente lavoro effettuato sulla tesi di laurea.
Dopo l'approfondita analisi del teatro di Annibale Ruccello si è scelto di approfondire il concetto di travestitismo nel teatro ruccelliano, in ambito sociale, psicologico e sessuale

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO 1 LA MASCHERA OLTRE IL TEATRO. Parag. 1.1 - Perchè analizzare il travestitismo in Ruccello. Annibale Ruccello, ormai salito alla ribalta del grande teatro e del grande pubblico, nonostante la sua precoce morte, è uno degli autori-attori della Nuova Drammaturgia Napoletana che ancora oggi desta interesse, non solo nell’ambito di ricerca e spettacolarizzazione legata al mondo teatrale, partenopeo e non, ma anche in quella cerchia di studi che toccano un universo ampio ed eterogeneo, caratterizzato da scienze che vanno oltre il teatro, il cinema e la letteratura: l’antropologia, la psicologia, la sociologia. Il percorso di analisi affrontato nel seguente lavoro non nasce solo da semplice curiosità ma emerge da una precedente e approfondita analisi dell’intero lavoro ruccelliano che porta spontaneamente il lettore, esperto o no, a ritrovarsi di fronte ad un tema ricorrente all’interno di questi scritti teatrali: il travestitismo. L’analisi di questo concetto, affrontata da altri studiosi in maniera peculiare e specifica anche in altri tipi di teatro e in altre epoche, qui si sofferma unicamente sui personaggi ruccelliani, spingendoci in qualche modo, anche se brevemente, oltre la pura critica del testo teatrale per avvicinarci ai molteplici studi e al metodo di 1

Tesi di Master

Autore: Emanuela Ferrauto Contatta »

Composta da 75 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1869 click dal 11/10/2010.

 

Consultata integralmente 4 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.