Skip to content

La Migración Circular: un caso concreto en España

Informazioni tesi

  Autore: Fabian Volti
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in V Summer School on Euro-Mediterranean Migration and Development
Anno: 2009
Docente/Relatore: Carballo De La riva Marta
Istituito da: Universidad Complutense de Madrid
  Lingua: Spagnolo
  Num. pagine: 93

Viabilidad y sostenibilidad de la Migración Circular y su impacto en las dinámicas de desarrollo de los países euro-mediterráneos.
Actualmente nuestras modernas sociedades, en las que vivimos, se dice, sean cada vez más complejas, debido también a la multitud de nuevos y constantes flujos de migración; olas de gente migrante que dejan a toda costa sus países de origen, una vez más los más desfavorecidos como África o países de Latinoamérica y otras regiones del Sur est. Asiático, para llegar a Europa, para alcanzarnos.
Los gobiernos nacionales y la Comisión Europea parecen tener las herramientas necesarias para enfrentarse a la entidad del fenómeno de la migración económica en Europa.

Soffermandoci con sguardo attento allo studio del ‘fenomeno’ vecchio e nuovo dei flussi di migrazione, che è dimostrato coinvolgano e affliggano gli Stati Membri della Comunità Europea, probabilmente non è del tutto scorretto un iniziale e generale ringraziamento a certi organismi di stampa nazionale italiana ed internazionale per il positivo contributo, soltanto di questi ultimi mesi, comunque utile alla diffusione a livello globale delle note tragedie nel mar Mediterraneo delle ‘carrette del mare’. Tragedie derivate certamente dalle inefficaci politiche europee in materia di migrazione, verso tutte le Persone Migranti in entrata e provenienti principalmente dalle regioni Sub-Sahariane dell’Africa e dai paesi del Latino-America, incapaci di tutelare i diritti umani e lontane dal concetto solidale della Cooperazione Internazionale e Sviluppo.
Questo è il panorama che ci si è presentato nel momento in cui è stato elaborato il seguente progetto di ricerca empirica con il fine di avvicinarci all’applicazione dei progetti europei di migrazione circolare, quale ‘strumento’ di possibile gestione dei flussi di migrazione legali, in ordine ai vari suggerimenti e Comunicazioni della Commissione Europea.
L’obiettivo di questa ricerca empirica, è anche l’interpretazione non solo tecnica ma anche di natura morale, attraverso l’analisi delle numerose misure delle Comunicazioni di riferimento e dei contenuti degli elaborati dei ricercatori e dei comitati scientifici di ricerca, impegnati in ambito di Migrazione e sviluppo.
In particolare la dinamica della migrazione circolare, se vista dentro l’ambito interpretativo di cooperazione internazionale allo sviluppo verso i paesi più poveri, è spunto per proporre riflessioni sulle realtà di applicazione dei progetti di migrazione circolare attivati dalla Comunità Europea, nel nostro caso nel sud e nel nord della Spagna, in accordo con lo stato del Marocco ed alcuni paesi latinoamericani.
Il caso studio che proponiamo è stato rilevato nel giugno dell’anno 2009, nell’ambito del progetto di ricerca dal titolo: “La Migración Circular en un caso concreto (Cuenca del Mediterráneo).Viabilidad y sostenibilidad de la Migración Circular y su impacto en las dinámicas de desarrollo de los países euro-mediterráneos, in coordinazione con la responsabile dell’Istituto Universitario di Cooperazione internazionale e sviluppo, Marta Carballo de la Riva, http://www.ucm.es/info/IUDC/ Università Complutense di Madrid (UCM) e si riferisce al progetto europeo di migrazione circolare AENEAS CARTAYA 2008 “Gestión integral y ética de flujos de migración circular entre Marruecos y Huelva”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
. 2 Introducción Actualmente nuestras modernas sociedades, en las que vivimos, se dice, sean cada vez más complejas, debido también a la multitud de nuevos y constantes flujos de migración; olas de gente migrante que dejan a toda costa sus países de origen, una vez más los más desfavorecidos como África o países de Latinoamérica y otras regiones del Sur est. Asiático, para llegar a Europa, para alcanzarnos. Los gobiernos nacionales y la Comisión Europea parecen tener las herramientas necesarias para enfrentarse a la entidad del fenómeno de la migración económica en Europa. Con el “Plan político sobre Migración Legal (COM 2005) 1 , la Comisión había presentado un listado de medidas y acciones de carácter legal que quería poner en marcha, para un duradero desarrollo de la una política de Migración Legal (ML), con el propósito de contener y resolver el proceso así llamado de migración ilegal e/o clandestina. Nos referimos en general a esas aventuras de hombres, mujeres y niños que dejan su propia tierra y a bordo de pateras atraviesan lenguas de mar donde muy a menudo se consuman tragedias y muerte. Todo el mundo sabe que el fenómeno de la migración no es nada nuevo. El hombre por su índole podría ser un migrante en cualquier momento, como alguien de nuestra familia en su tiempo lo ha sido. En el ámbito jurisdiccional, hay un cuadro normativo propuesto por la EU sobre el derecho de libre circulación de las personas y los derechos de los migrantes, y de todos los que no son ciudadanos de la EU 2 ; una orientación, esta ultima, dirigida a conseguir un sociedad global mayormente de derecho en ámbito de migración económica. De hecho, pero la sociedad actual percibe la migración como un elemento de fastidio, quizás más respeto al pasado, cuando el fenómeno no era tan configurado como un problema social. Nos preguntamos: ¿Es verdaderamente posible y humanamente pensable que los flujos migratorios, ellos, son la causa real de tanta instabilidad y intolerancia de la sociedad occidental, hoy paradójicamente dirigida a nuevas formas de cierre? Considero realísticos imaginar que la entrada de migrantes en los países europeos no irá desminuyendo en el tiempo, simplemente porque aún hoy la diferencia entre Norte y Sur del Mundo es considerable. 1 Policy Plan on Legal Migration, MEMO /05/494 – Brussels, 21 December 2005 http://europa.eu/rapid/pressReleasesAction.do?reference=MEMO/05/494&format=HTML&aged=0&language=EN&gu iLanguage=en 2 http://europa.eu/scadplus/leg/it/s17000.htm (Libre circulación de las personas, asilo y inmigración).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

circular migration
eu immigrazioni
eu migrazioni
fortezza europa-immigrazioni
immigrazioni spagna
lavoro migrante
lavoro temporaneo
lavoro temporaneo - migranti
migrazione circolare
migrazione legale
migrazioni legali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi