Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il messaggio didattico delle canzoni nell’insegnamento della lingua spagnola

Una lingua è fatta di modi di dire, di frasi fatte, di gergo, per cui conoscere la cultura di un paese diventa importante per capire anche determinati aspetti del linguaggio. Quando si utilizza una determinata lingua, non basta possedere la Competenza Grammaticale – ossia la conoscenza delle norme grammaticali della lingua in questione –, ma è altrettanto necessario essere a conoscenza di un insieme di norme comportamentali dettate da fattori sociali, culturali e, ovviamente situazionali, che vengono spontaneamente osservate da una determinata comunità linguistica. Uno studente di lingua straniera dovrebbe quindi acquisire la cosiddetta “Competenza Comunicativa”, definita dal linguista Hymes come la capacità di saper applicare non solo le regole grammaticali di una lingua per formare enunciati corretti, ma anche di sapere quando usare correttamente questi enunciati, e quindi oltre al codice linguistico di una lingua, è necessario conoscere anche il codice extra-linguistico, il codice culturale.
Naturalmente gli strumenti didattici che gli insegnanti di lingue straniere dovrebbero adottare per implementare i metodi classici, basati come già detto sul nozionismo grammaticale, sono molteplici: i giornali, i film, internet, la musica.
L’obiettivo di questa tesi è proprio quello di mettere in evidenza quanto possa essere importante l’ausilio di uno degli strumenti didattici sopra citati nell’insegnamento di una lingua straniera, e in questo caso, dello spagnolo: la musica, o per meglio dire le canzoni, che infatti hanno il potere di fissarsi nella mente di chi le ascolta, e questo ai fini didattici è un fattore importantissimo, dato che facilitano la memorizzazione di parole, arricchendo quindi il vocabolario, aiutano a migliorare la pronuncia, la capacità d’ascolto e l’intonazione, rappresentano uno strumento comunicativo, in quanto sicuramente sono di accesso assai più immediato rispetto a qualsiasi altro testo scritto -poesie, letture, giornali, articoli, libri, ecc.-, ed inoltre contengono elementi di grande giovamento per l’acquisizione della competenza socioculturale.
Senza dubbio, la musica possiede un linguaggio universale intrinseco capace di appianare le differenze culturali e di abbattere qualsiasi barriera linguistica.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La nascita dell’Unione Europea ha contribuito a far abbattere molte barriere culturali e sicuramente uno dei benefici che ne sono conseguiti è stato quello di permettere ai cittadini di poter viaggiare in assoluta libertà fra i vari paesi. Quindi al giorno d’oggi, in un mondo sempre più proteso verso la globalizzazione, essere in grado di saper parlare più lingue, o quantomeno quelle più conosciute, le cosiddette “lingue franche”, è quanto mai necessario e sicuramente molto utile per quanto attiene all’arricchimento e alla crescita culturale. Alla luce di tutto questo, ciò che una volta era solo un dovere scolastico o un mezzo necessario ai fini di una determinata carriera lavorativa, diventa adesso anche un utile mezzo di interazione. I metodi didattici utilizzati nell’insegnamento di una lingua straniera, molto spesso sono ancora prevalentemente basati sul nozionismo, che sicuramente

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Emilio Lo Monaco Contatta »

Composta da 59 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6199 click dal 29/10/2010.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.