Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Controinformazione. Dinamiche e scenari di un fenomeno giornalistico ribelle

Raccogliere le fonti necessarie a redigere questa tesi è stato un lavoro molto difficile. La controinformazione non è un fenomeno univoco e possiede molti caratteri sfuggenti, a cominciare dal termine stesso, spesso confuso con “disinformazione” anche se i due esprimono concetti diametralmente opposti. Controinformazione non significa “avverso all’informazione”, ma “informazione avversa”; avversa alle influenze, avversa al potere senza opposizioni, avversa alla censura, ribelle nel senso più antico del termine (re bellum, che rinnova il conflitto). La mia trattazione di quest’argomento è, per forza di cose, breve. Il mio scopo è costruire un’analisi della controinformazione in tutta la sua estensione, specialmente sulla società contemporanea. Dal mio lavoro di ricerca emerge una questione in particolare: nel mondo attuale, dove le informazioni viaggiano più veloci del pensiero umano, la controinformazione è ancora utile all’uomo o è una reliquia del passato?

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO PRIMO “La sanguisuga dell’informazione”: il fenomeno contro informativo. Prima di iniziare la trattazione dell’argomento è doveroso fare una premessa: una percentuale rilevante delle opere di controinformazione che ho avuto modo di analizzare presenta inequivocabili inclinazioni politiche. La mia trattazione dell’argomento cercherà pertanto di assumere un punto di vista il più neutrale possibile, focalizzandosi sul carattere di avversione alla censura e al potere della controinformazione piuttosto che sui caratteri ideologici o politici, nell’intento di ottenere un panorama completo del fenomeno della controinformazione. 1.1- Gli elementi che definiscono l’informazione giornalistica. Per poter analizzare un fenomeno tanto complesso e mutevole come la controinformazione, è necessario prima identificare i caratteri alla base dell’informazione giornalistica “tradizionale” da cui prende le distanze. Questo rappresenta di per sé un aspetto problematico, dato che esistono molte definizioni diverse di cosa dovrebbe essere il giornalismo o la professione giornalistica. Una definizione di carattere generale potrebbe affermare che lo scopo della professione giornalistica è 2

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Andrea Giudice Contatta »

Composta da 81 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 716 click dal 24/05/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.