Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L’evoluzione del Factory Outlet Center. Analisi del caso aziendale Fidenza Village

Il principale obiettivo del mio lavoro è stato analizzare il fenomeno dei Factory Outlet Center e soprattutto il modo in cui sono evoluti, arricchendo la propria offerta parallelamente al cambiamento delle esigenze e del comportamento di acquisto dei consumatori. Un format distributivo che, a nove anni dalla sua comparsa nel nostro Paese, è in continua evoluzione.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Durante il mio percorso universitario ho partecipato ad un Tirocinio presso l’azienda Web Marketing Team, con sede a Firenze. In questo periodo ho creato un sito internet su tutti gli Outlet più importanti che possiamo trovare in Italia, una vera e propria guida allo shopping. E’ stata un’esperienza molto positiva e gratificante, visto il mio interesse per l’argomento. E proprio rifacendomi a questa esperienza ho deciso nella mia Tesi di approfondire il tema dei Factory Outlet Village, portando avanti un’analisi del modello di business, e soprattutto del perché è nato un format di questo tipo nel mondo della distribuzione. I Factory Outlet Village si configurano come “aggregati di punti vendita localizzati e di natura tipicamente greenfield, nei quali si ha una prevalenza assoluta di factory outlet, quest’ultimi intesi come formula di distribuzione diretta da parte di imprese manifatturiere produttrici di abbigliamento e di altri prodotti del sistema moda ( industria detentrice di 1 brand loyalty)”. E’ una formula molto distante dal classico factory outlet, solitamente localizzato vicino al luogo di produzione e caratterizzato da un estetica molto spoglia;i factory outlet center, invece, si distinguono proprio per il loro carattere di aggregato di servizi commerciali, dove lo shopping non è il fine ultimo della sua destinazione. Tipicamente collocati in un contesto out of town, questi centri possono essere considerati come attrazioni escursionistiche, se non turistiche, ovvero come destinazioni associale al 2 leisure shopping, caratteristica che determina anche un range di clienti provenienti da aree geografiche di più lungo raggio rispetto ai classici centri commerciali. 3 Il FOC si presenta, dunque, come una formula di aggregato recente e semplice nel suo profilo, e si caratterizza quindi offrendo servizi commerciali in un ambiente moderno, accessibile, attraente, dove i produttori industriali propongono i propri prodotti di marca direttamente al cliente, a prezzo scontato. Comincerò questo mio trattato con un’analisi dell’evoluzione della distribuzione, per capire da dove e perché ha origine questo nuovo fenomeno. 1 “Il marketing delle destinazioni commerciali” S. Guercini. Franco Angeli, 2007 (155) 2 “Il marketing delle destinazioni commerciali” S. Guercini. Franco Angeli, 2007 (157) 3 Factory Outlet Center 2

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Silvia Vanni Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1604 click dal 04/11/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.