Skip to content

Arsenico e diabete mellito: evidenze epidemiologiche e meccanismo d'azione

Informazioni tesi

  Autore: Ivan Memmolo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Farmacia
  Corso: Farmacia e farmacia industriale
  Relatore: Professoressa Carmela Fimognari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 35

L'arsenico è un semimetallo distinguibile in 3 forme allotropiche e presente in natura sotto forma di arsenopirite. E' stata dimostrata un' associazione tra esposizione a lungo termine ad arsenico e l'insorgenza del diabete mellito di tipo II con insulino-resistenza.Tale esposizione spesso deriva dall'utilizzo di acqua contaminata ma non solo.
L'arsenico esplica il suo effetto diabetogeno attraverso vari meccanismi come l'induzione di stress ossidativo inibendo la tioredoxina reduttasi pancreatica(enzima che limita la produzione dei ROS,le specie reattive dell'ossigeno) e la G6PDH, Glucosio-6-Fosfato-Deidrogenasi (che induce alla formazione del NADP agente come cofattore nella detossificazione di specie reattive perossidanti come il perossido di idrogeno),attraverso l'alterazione della gluconeogenesi,(la sintesi di glucosio a partire da substrati non zuccherini da parte degli epatociti sotto induzione di glucagone,ormone prodotto dalle cellule alfa pancreatiche) agendo sul gene che regola la velocità di tale reazione (PEPCK), e modulando fattori e geni che regolano la differenziazione adipocitaria (indotta da insulina e desametasone),l'attività delle adipochine e il ciclo cellulare (NFKB).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
ASPETTI GENERALI L'arsenico (As) è un elemento chimico di numero atomico 33, semimetallo presente in tre forme allotropiche : gialla, nera e grigia.Appartenente alla serie chimica dei metalloidi, ha una densità di 5727 Kg/m3. E' presente in natura sottoforma di arsenopirite (Fig.1) Fig .1 Arsenopirite il più comune minerale dell'arsenico dal quale si ricava il semimetallo per arrostimento. L'arsenico è abbondantemente presente nella crosta terrestre e nei suoli è variamente distribuito (concentrazione media 1,8 mg/kg); è rilevabile in molte acque ed in quasi tutti i tessuti animali e vegetali. Una notevole quantità di arsenico (40000 t/anno), in varie forme chimiche ed in vari stati di ossidazione, può trovarsi nell'ambiente sia per effetto dei processi di erosione che per le attività produttive umane. La concentrazione di As nell'aria varia a seconda che si tratti di aree incontaminate o di zone industrializzate: va da pochi μg/m3 a qualche decina di μg/m3 (Lucisano A.1989). Le acque marine contengono circa 0,3 µg/l di As. Il ciclo dell'arsenico (Fig.2) si e' ampliato come conseguenza di attività antropocentriche e a causa di cio' grandi quantità di arsenico sono attualmente presenti a livello ambientale e negli organismi viventi. L'arsenico è principalmente emesso dalle industrie produttrici di rame, ma deriva anche dalla produzione di piombo e zinco e dall'agricoltura. E’ caratterizzato da elevata persistenza ambientale e ciò gli consente un’amplissima distribuzione ed anche l’inserimento nella catena alimentare. Le piante assorbono abbastanza facilmente l'arsenico, quindi alte concentrazioni possono essere presenti in vegetali di ampio consumo (Rahman et all, 2003). 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arsenico e diabete mellito
arsenico in acqua potabile
arsenico inorganico
arsenico organico
arsenico trivalente
arsenopirite
aterosclerosi carotidea
black foot disease
cancro ,legname cca, acqua contaminata da arsenico
ciclo cellulare
congestione congiuntivale
diabete mellito di tipo ii
dimetilarsinato
dismetabolie
fibroblasti preadipocitari
insulina
iperpigmentazione cutanea
ipertensione
metalli pesanti
metilarsonato
pancreas
taiwan, bangladesh,india
tumor necrosis factor alfa
vescicazioni

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi