Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modelli di previsione del rumore di traffico stradale: impostazione di una nuova procedura

La tesi analizza i modelli previsionali di rumore dovuto al traffico stradale più utilizzati nel campo della protezione acustica. In oltre si è ricavato un nuovo modello previsionale e lo si è testato nel tratto tangenziale nord di Torino. Dai risultati ottenuti si è valutato l'intervento di bonifica acustica effettuato nei pressi delle abitazioni prossime alla tangenziale e se ne è testata la validità di progetto.

Nota redazionale:
Le figure mancanti saranno inviate dall'autore al più presto.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Il problema del rumore nelle zone adiacenti una strada è senza dubbio uno dei temi più affrontati negli ultimi anni. L’inquinamento acustico prodotto dagli autoveicoli è diventato infatti in molte città elevato, obbligando il cittadino a rivolgersi ad appositi enti (ARPA ed altri), per essere tutelato contro questo disturbo. Ovviamente lo sviluppo tecnologico e l’aumento degli scambi tra i vari paesi ha portato alla creazione di più grandi e veloci vie di comunicazione. Questo a scapito del benessere uditivo delle persone che abitano nelle zone adiacenti a queste arterie di trasporto. Si può capire quindi come assuma importanza la progettazione di un modello di predizione del rumore che sia in grado di determinare i valori di livello sonoro nelle varie zone di interesse. Le diverse finalità che possono essere richieste ad uno studio di impatto ambientale da rumore da traffico sono: in alcuni casi una valutazione del rumore prodotto su di un territorio dalla realizzazione di un’opera viaria, (il metodo di previsione dovrà fornire, in questi casi, un’accettabile precisione anche non avendo a disposizione dati troppo particolareggiati), in altri casi l’impatto sonoro prodotto da una strada su un’area ristretta, ad esempio un piccolo gruppo di case, in modo da poter progettare una soluzione per l’abbattimento del rumore in modo mirato, (il metodo di calcolo dovrà in questi casi essere sufficientemente sensibile ai dati che descrivono sorgenti e ricevitori ed alla presenza di ostacoli). Oggi in commercio si possono trovare un gran numero di modelli di predizione che utilizzano sia tecniche di regressione lineare, sia tecniche di “ray tracing”. Queste ultime si basano sullo studio di livelli associati ai diversi raggi sonori prodotti da una sorgente di rumore e sono le più duttili, in quanto possono descrivere la realtà territoriale che si desidera studiare con buona precisione. Per

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Luca Bellina Contatta »

Composta da 189 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2421 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.