Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La dinamica del Capitale Circolante Netto nelle imprese del settore dell'acciaio

Questa tesi è improntata a far scoprire l'importanza del capitale circolante netto

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Prefazione La tesi qui presentata ha come obiettivo principale lo studio del capitale circolante netto e la sua importanza. Nella prima parte del lavoro verrà data la sua definizione, verranno trattati i suoi componenti e gli indici maggiormente utilizzati, oltre ad un esempio pratico e sintetico del loro utilizzo, e infine la definizione di capitale circolante commerciale netto. Successivamente si cercherà di spiegare il rapporto tra capitale circolante netto e gli indici di liquidità e anche in questo capitolo si eseguirà un esempio pratico per far capire meglio come il capitale circolante netto possa esprimere giudizi attendibili sulle condizioni di equilibrio finanziario della gestione. Infine, nell’ultimo capitolo, verrà analizzato il caso di cinque società specializzate nella lavorazione dell’acciaio. Si effettueranno l’analisi del CCN nel triennio 2006- 2008, spiegando le cause che ne hanno determinato i vari livelli, tenendo conto delle condizioni di mercato e mondiali del periodo preso in considerazione. Lo studio del capitale circolante netto nasce dalla consapevolezza della rilevanza che esso ha nel processo di allocazione e gestione delle risorse. Tuttavia non esiste in nessuna impresa un organo specifico deputato al suo studio e al suo controllo, poiché, le decisioni capaci di cambiare la sua consistenza sono normalmente divise tra organi diversi nell’impresa. Oggigiorno al capitale circolante netto gli viene riconosciuto il ruolo di investimento, ravvisabile osservando quelli che sono gli effetti delle sue variazioni: una diminuzione del CCN produce una generazione di liquidità, mentre un suo aumento produce un assorbimento di risorse.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Bancarie, Finanziarie e Assicurative

Autore: Alessandro Baretta Contatta »

Composta da 42 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1907 click dal 04/11/2010.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.