Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Università 3.0. Nuovi scenari per l'e-learning

Negli anni in cui i Nativi Digitali fanno il loro ingresso nelle facoltà italiane che, mai negli ultimi anni, vivono tra l'altro un forte regime concorrenziale tra di loro, si rende sempre più impellente riuscire ad erogare contenuti didattici in maniera diversa rispetto a come é stato fatto finora.
Il sondaggio eseguito nel periodo giugno-agosto 2010 sugli attuali iscritti al corso di laurea in Scienze della Comunicazione erogato con il supporto del consorzio Nettuno sono abbastanza chiari: il modello della tele-didattica, oltre ad essere superato dai tempi, é anche causa di insoddisfazione e di problematiche per gli stessi iscritti.
D'altronde, lo stesso consorzio Nettuno, nato nel 1992 con i migliori contributi didattici italiani, é ormai abbandonato a se stesso. Ne é una riprova il fatto che alcuni tra gli originali promotori del Consorzio, come l'Università Federico II di Napoli, hanno definitivamente lasciato il consorzio e stanno organizzando corsi autonomi fortemente incentrati sulla multimedialità e sulla possibile usufruibilità dei contenuti didattici anche in mobilità.
Mentre il mondo del web ha avuto, nel corso del decennio appena passato, sviluppi tali da renderlo, da mezzo di sola lettura, un mezzo di lettura e scrittura condivisa e mentre i Social Network stanno riscuotendo un successo senza precedenti, il mondo della Formazione a Distanza é ancora ancorato a vecchi stereotipi secondo i quali la formazione didattica equivale alla presenza di una web cattedra dove segnalare il programma del corso o le date degli esami, e poco più.
Ancora poche Facoltà hanno iniziato un percorso di riforma dell'offerta di e-learning in chiave 3.0: esser tra i primi in grado di formulare un'offerta didattica così orientata permetterà di acquisire una posizione privilegiata nel contesto italiano ed europeo.

Mostra/Nascondi contenuto.
I | Università 3.0 – Nuovi scenari per l’e-learning Premessa Nell’anno accademico 2006/2007 decisi di iscrivermi ad un corso organizzato dal polo isontino dell’Universit{ di Udine: “Relazioni Pubbliche On Line”. Fu questo il mio primo approccio al mondo dell’insegnamento a distanza e la possibilit{ di poter frequentare un corso universitario online rappresentò, per me, un importante stimolo per riprendere gli studi che, per motivi di lavoro, avevo interrotto molti anni prima. Il corso di laurea RPOL è caratterizzato da una salvaguardia della specificità dei contenuti e degli obiettivi didattici del corrispondente corso “frontale”, con una serie di caratteristiche aggiuntive quali: ξ Connessione in rete per la fruizione dei materiali didattici, che vengono erogati settimanalmente. ξ Utilizzo di attivit{ formative basate sull’interattivit{ docente/studente e forme diversificate di assistenza, consulenza e tutorato. ξ Una spiccata opportunità di socializzazione con gli altri studenti del corso online, che viene sviluppata attraverso mirati incontri in presenza effettuati più volte all’anno1, durante i quali si vivono anche momenti di approfondimento delle nozioni e dei contenuti grazie agli incontri con i professori (secondo un modello didattico moderatamente blended). ξ Monitoraggio periodico degli accessi degli studenti per verificare l’andamento complessivo della classe virtuale. Esigenze lavorative mi hanno poi fatto trasferire a Roma dove, durante l’anno accademico 2008/2009, ho effettuato l’iscrizione 1 Solitamente, all’inizio e al termine di ciascun periodo didattico.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Mauro Del Nero Contatta »

Composta da 225 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3537 click dal 10/11/2010.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.