Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi immunoistochimica delle neurotrofine, dei relativi recettori e del MIB-1 nei colesteatomi della rocca petrosa

Partendo dai dati presenti in letteratura, ad oggi alquanto scarni, inerenti l’analisi del profilo di espressione di MIB-1 (quale marker di proliferazione cellulare e di aggressività tumorale osservato sperimentalmente nel colesteatoma dell’orecchio nei bambini) e considerando i recenti studi effettuati sull’ identificazione delle neurotrofine con l’impiego di tecniche di IHC specifiche per MIB-1/NTs, siamo giunti a ipotizzare una correlazione tra il pattern di trasduzione cellulare indotto dalle neurotrofine con relativo incremento del MIB-1 e la potenziale aggressività della massa colesteatomatosa, eventualmente seguita da erosione delle strutture ossee adiacenti.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 – Introduzione 1.1. Colesteatoma : Definizione Il Colesteatoma rappresenta senza dubbio la “star disease” in otologia ed è per questo oggetto di continui studi e di costante revisione della sua definizione anatomo-patologica. In letteratura si riscontrano numerose definizioni di questa patologia : “presence of squamous epithelium in the tympanic cavity producing macroscopic amounts of keratin inadequately cleared” , “accumulation of desquamating keratinized epithelium within the middle ear”, “epithelial cyst containing desquamated keratin”, “skin in the wrong place”. Recentemente è stata approvata soprattutto questa ultima definizione : “cute fuori posto”. 4

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Biotecnologiche

Autore: Brunella Ionta Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 701 click dal 16/11/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.