Skip to content

Il ruolo della semiotica nella progettazione ipermediale

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Degano
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Udine
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Tecnologie Web e Multimediali
  Relatore: Elio Toppano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

In questo lavoro di tesi si esplora l'utilizzo delle tecniche e delle metodologie semiotiche nella progettazione di prodotti digitali in particolare ipermedia e siti web.
La semiotica è stata tradizionalmente usata per l'analisi di testi letterari. Recentemente, con lo sviluppo dei nuovi media, si è cercato di estendere il dominio di applicazione dell'analisi semiotica a diverse tipologie di prodotti multimediali come i siti web, i video, i film, la pubblicità su Internet.
L'utilizzo della semiotica nella progettazione ipermediale è meno diffusa, ma ha suscitato, negli ultimi anni, un notevole interesse. Il motivo deve essere ricercato nella natura stessa dei prodotti ipermediali che vanno intesi come artefatti culturali la cui efficacia comunicativa non risiede soltanto negli aspetti tecnici, ma anche e soprattutto in quelli semiotici. L'ipermedia, infatti, può essere considerato come un sistema complesso di segni che fa da mediatore nella comunicazione tra il progettista e l'utente.
La tesi è organizzata in tre capitoli, nel Capitolo 1 prenderemo in considerazione due categorie di metodi per lo sviluppo di ipermedia: i metodi formali e i metodi empirici. I primi provengono tipicamente dal mondo accademico, e si ispirano a risultati noti nel campo della Ingegneria del Software e della Ingegneria dei Documenti. I secondi, derivano dal mondo professionale e incorporano le buone pratiche sviluppate nelle agenzie web.
Nel Capitolo 2 dopo una breve introduzione alla semiotica e, in particolare, alla teoria generativa del senso di Greimas si prenderanno in esame alcune esperienze di uso della semiotica nella progettazione ipermediale.
Il Capitolo 3 infine cerca di integrare alcuni aspetti dei metodi di progettazione ispirati alla semiotica in un modello tradizionale di sviluppo di siti web analizzando possibili vantaggi e limitazioni e identificando i problemi aperti.
L'obiettivo è quello di identificare le analogie e le differenze in modo da capire come gli approcci di ispirazione semiotica si collocano rispetto ad un metodo di sviluppo tradizionale e come e con quali vantaggi possano essere integrati in esso.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Il Ruolo della Semiotica nella Progettazione Ipermediale 5 CAPITOLO 1 Metodi di Sviluppo di Ipermedia: il Punto di Vista Informatico 1.1 Introduzione Con il termine “ipermedia” indicheremo nel seguito un prodotto digitale, interattivo, con struttura non necessariamente lineare, che utilizza sia medium statici (ad esempio testi e immagini) sia medium dinamici (ad esempio suono, video). Una sottoclasse importante degli ipermedia è costituita dai siti web. Lo sviluppo di un ipermedia è un processo complesso che richiede conoscenze e competenze interdisciplinari e che dovrebbe essere svolto in maniera sistematica seguendo metodi precisi ed assestati in modo da garantire buoni livelli di qualità, usabilità, manutenibilità e riusabilità del prodotto sviluppato. Con il termine “metodo di sviluppo” intenderemo una descrizione del processo di costruzione di ipermedia che specifica: a) le fasi e le attività che lo sviluppatore/progettista deve seguire per produrre l'artefatto finale; b) l'ordine logico e temporale in cui tali fasi e attività vanno eseguite; c) il tipo di semilavorati che sono utilizzati all'inizio e sono prodotti alla fine di ogni fase d) gli strumenti e le conoscenze necessarie per affrontare ciascuna fase. In questo capitolo prenderemo in considerazione due categorie di metodi: i metodi formali e i metodi empirici. I primi provengono tipicamente dal mondo accademico, e si ispirano a risultati noti nel campo della Ingegneria del Software e della Ingegneria dei Documenti. I secondi, derivano dal mondo professionale e incorporano le buone pratiche sviluppate nelle agenzie web. I metodi formali privilegiano gli aspetti economici e pragmatici dello sviluppo di un prodotto digitale (efficienza del processo, economia di scala, funzionalità, qualità ). I metodi empirici sono più attenti agli aspetti di innovazione, creatività, personalizzazione del prodotto.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

autoweb
brand
greimas
hdm
hypermedia
internet
metodi empirici
metodi formali
metodologia
modello attanziale
oo-h
oohdm
percorso generativo
processi mentali
progettazione
progettazione esperienza
quadrato semiotico
rmm
semiotica
semiotica generativa
uml
uwe
web
webml

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi