Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Kenneth D. Keele (1919-1987) studioso di Leonardo da Vinci

Si studiano qui gli scritti di Keeneth Keele, medico inglese morto nel 1987. Nonostante egli fosse medico a tutti gli effetti, per passione cominciò a studiare Leonardo da Vinci ottenendo successi prodigiosi: in particolare la sua pubblicazione degli scritti anatomici di Windsor in collaborazione con C. Pedretti risulta tutt'ora ineguagliata.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA Abbiamo sviluppato la nostra ricerca seguendo delle linee immaginarie che collegano l’Italia al Regno Unito, il presente al passato, la scienza e la medicina alla letteratura, la tecnologia più moderna ai manoscritti di cinquecento anni fa. La storia dei manoscritti anatomici di Leonardo è storia difficile, piena di lacune e di episodi poco chiari: si passa dalla riverenza, persino esagerata pare, del Melzi e della sua preziosa eredità e si arriva a Pompeo Leoni, che mostrando poco amore per la paleografia e per la verità storica e letteraria, decide di stravolgere l’aspetto e la forma, se non a volte persino il contenuto, del corpus degli scritti anatomici. Dalla gratitudine per Galeazzo Arconati e per il suo lascito si passa alla stizza per Guglielmo Libri e per il suo odioso furto. La storia del corpus è però anche affascinante mentre crea incroci e sviluppi interessanti che non possono non destare l’interesse e la curiosità degli studiosi. Così si è proceduto nello sviluppo

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Valentina Guarino Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2364 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.