Skip to content

Funzionamento familiare e attaccamento ai genitori e ai pari in adolescenza

Informazioni tesi

  Autore: Rosaria Dell'acqua
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Scienze e tecniche psicologiche
  Relatore: Fiorenzo Laghi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

Nel primo capitolo del presente lavoro, vengono descritti i caratteri generali della fase adolescenziale, soffermando l’attenzione sulla formazione dell’identità e trattando nei dettagli i vari contributi teorici sull’argomento.
Il secondo capitolo è incentrato, da una parte, sulla descrizione del rapporto esistente tra la famiglia e l’adolescente, e quindi sui cambiamenti che questo porta nel funzionamento familiare, in quanto l’adolescenza costituisce un “evoluzione parallela” perché porta i genitori o a rivivere la propria adolescenza, e quindi cercare di realizzare ciò che non hanno realizzato personalmente attraverso il figlio, oppure a sentire i limiti dell’età adulta. Il ragazzo, si ritroverà quindi, anche a dover fronteggiare questa fase in cui si trovano i genitori, dovendo decidere o di non crescere o di crescere in modo turbolento per aiutarli. Dall’altra, troviamo la descrizione del rapporto che l’individuo ha in questa fase col gruppo dei pari. Questi costituiscono un elemento molto importante per la sua crescita, in quanto mettono il ragazzo a contatto con nuovi valori e nuove idee, differenti da quelle a cui l’individuo è stato abituato nella propria famiglia. Questo porterà il ragazzo a dover trovare un modo per integrare le nuove idee con quelle che già possiede.
Inoltre, nel secondo capitolo, troviamo la descrizione della teoria sistemico – relazionale che è un importante approccio concettuale, e la descrizione del Modello Circonflesso di Olson che ci permette, attraverso l’analisi del funzionamento familiare, di cogliere il momento adolescenziale in tutti i membri della famiglia e non solo nel soggetto adolescente. Infine, viene descritto il FACES (Family Adaptability and Cohesion Evaluation Scales), che è lo strumento self – report creato da Olson e collaboratori per definire le dimensioni del Modello Circonflesso.
Nel terzo e ultimo capitolo, è riportato un breve contributo empirico che si propone di indagare attraverso il FACES IV e l’IPPA (Inventory of Parent and Peer Attachment), la relazione esistente tra il funzionamento familiare e le relazioni di attaccamento ai genitori e ai pari.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
“L’adolescenza non è una malattia, ma una stagnazione della vita. Fatta di turbolenza e di stagnazioni, di azioni che si esauriscono in gesti, di progetti che rimangono sogni. L’adolescenza termina ma non passa mai. La sua memoria o il suo strascico si prolungano nelle grandi tappe dell’esistenza, con un’eco vivida continuamente ridestata”. (Fabbrini e Melucci 1992) INTRODUZIONE L’adolescenza è quella fase della vita umana, normalmente compresa tra gli 11 e i 18 anni, nel corso della quale l’individuo acquisisce le competenze e i requisiti necessari per assumere le responsabilità di adulto. Nel processo di transizione allo stato adulto, entrano in gioco e interagiscono tra di loro fattori di natura biologica, psicologica e sociale. L’adolescenza è stata considerata una vera e propria fase della vita, soltanto dopo la rivoluzione industriale, periodo in cui è stata sottolineata l’esigenza di un periodo assai prolungato di preparazione alla vita adulta. Nonostante ciò, questo periodo della vita, presenta alcune caratteristiche peculiari, che possono essere ritenute universali. Biologicamente, l’adolescenza ha inizio con la pubertà; questo periodo è però accompagnato da esperienze emozionali molto intense, prima di tutto perché i cambiamenti corporei e il nuovo assetto pulsionale, portano alla ricerca di nuovi equilibri sia con il mondo esterno che con il proprio sé. I cambiamenti fisici, impongono anche il fatto che l’individuo inizia ad essere considerato “grande” dalla società in genere, e quindi le richieste che gli vengono rivolte sono maggiori, rispetto a quelle infantili, e richiedono un più alto grado di responsabilità. Di questo mutamento di relazioni l’adolescente è pienamente consapevole, ciò è evidente, infatti, nel bisogno di maggiore autonomia rispetto alla famiglia; l’acquisizione, anche parziale, di autonomia permette di intraprendere nuove attività e di adottare stili di condotta diversi, collegati a nuove modalità di mettersi in rapporto con gli altri. 4

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi