Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Valutazione e software selection per un sistema informativo in ambito infermieristico-assistenziale

Questa tesi è il frutto del lavoro svolto durante il tirocinio curriculare in A.re.s.s. Piemonte, relativo alla sperimentazione negli ospedali piemontesi di un sistema informativo in ambito infermieristico-assistenziale.
E’ stato un lavoro che mi ha molto affascinato, che ho condotto con passione e vivo interesse. Per la prima volta ho operato in un contesto aziendale, ho avuto modo di lavorare con persone eccezionali dal punto di vista sia professionale che umano. Ringrazio in particolare il dottor Francesco Di Giulio, per avermi seguito durante il tirocinio in Aress e per aver sempre dimostrato grande disponibilità e stima nei miei confronti. Al termine di questa bellissima esperienza, ne esco fortemente arricchito, sotto ogni punto di vista: ho avuto l’opportunità di affacciarmi al mondo del lavoro, ho capito cosa voglia dire il tanto decantato lavoro di team , ho appreso metodologie di lavoro per me completamente nuove, ho acquisito strumenti operativi che mi saranno sicuramente indispensabili in futuro.
Questo mio lavoro è stato sviluppato a step, in fasi successive e strettamente correlate fra loro. Nella prima parte si è cercato di capire il perché del bisogno dell’implementazione di un sistema informativo negli ospedali piemontesi, mettendo in risalto le criticità del sistema attuale e gli eventuali vantaggi che sarebbero derivati dalla implementazione di un sistema informativo. A tal fine si è analizzata la situazione reale degli ospedali e delle A.S.L. piemontesi, si è analizzato il flusso informativo in particolar modo in ambito infermieristico, cercando di capire in quali punti un sistema informativo avrebbe migliorato la gestione dell’informazione e più in generale la qualità del servizio erogato agli utenti.
L’attenzione è stata posta su due sistemi informativi, tra cui si è deciso di scegliere quale facesse meglio al caso del Piemonte e della sua organizzazione sanitaria, tenendo conto anche del fatto che sia il Piano Sanitario Nazionale, sia quello Regionale puntano decisi verso l’introduzione sempre più massiva di ICT (Information and Comunication Technology) nel sistema sanitario.
Questi due sistemi informativi sono stato individuati nello spagnolo GACELA CARE e nel tedesco RECOM-GRIPS, leader europei in ambito infermieristico-assistenziale. Uno studio attento e meticoloso è stato condotto su entrambi, cercando di metterne in risalto punti di forza e debolezza, peculiarità e caratteristiche determinanti che avrebbero potuto combaciare con le necessità del caso piemontese.
Utilizzando vari strumenti di analisi e in particolar modo mettendo a frutto quanto studiato nel corso di Sistemi Informativi del 3° anno, si è proceduto ad individuare il sistema informativo ritenuto migliore.

Mostra/Nascondi contenuto.
Pagina 8 Capitolo 1 L’A.re.s.s. Piemonte 1.1 Panoramica su A.re.s.s. L’Agenzia Regionale per i Servizi Sanitari (A.RE.S.S.) è un ente strumentale della Regione Piemonte dotato di personalità giuridica e autonomia organizzativa, amministrativa, patrimoniale, contabile, gestionale, tecnica. L’ARESS supporta l'Assessorato alla tutela della Salute e Sanità nonché le Aziende Sanitarie Locali, le Aziende Ospedaliere e le Aziende Ospedaliero-Universitarie, di cui alla Deliberazione del Consiglio Regionale n. 136-39452 del 22.10.2007, in materia di:  monitoraggio del processo di attuazione del Piano socio-sanitario regionale e dello stato di salute della popolazione nell'ambito dell'attività di pianificazione strategica e di programmazione delle attività sanitarie e di quelle a rilievo socio-assistenziale;  analisi dell'impatto economico conseguente alla realizzazione degli obiettivi programmatici regionali nonché del rapporto costi-efficacia e costi-benefici;  sviluppo del sistema informativo e di quello degli indicatori;  elaborazione di progetti per la promozione e l'educazione alla salute;  verifica e revisione della qualità dei servizi e delle prestazioni sanitarie;  progettazione, promozione e sviluppo di programmi organizzativi e gestionali innovativi. L’attività dell’ARESS, di supporto tecnico-scientifico all’Assessorato alla tutela della Salute e Sanità e di tipo metodologico alle Aziende Sanitarie regionali, si declina dunque sia nell’ambito dello studio e della progettazione sia sul fronte dello sviluppo e della gestione, ispirandosi ai principi della buona gestione, dell’equità e dell'ottimizzazione dei servizi. L’Agenzia per i Servizi Sanitari (ARESS) opera prioritariamente nel settore della progettazione e dello sviluppo in aree quali la definizione di modelli organizzativi e di sistemi di controllo e accreditamento delle organizzazioni sanitarie, la determinazione di strumenti di valutazione dell' appropriatezza e della qualità delle attività sanitarie, il technology assessment, la formazione continua. L’attività dell’Agenzia viene pianificata annualmente sulla base degli indirizzi programmatici stabiliti dall’Assessorato alla tutela della Salute e Sanità al fine di garantire adeguata e costante aderenza al Piano socio-sanitario regionale, coerenza con la precedente programmazione, progressiva attuazione delle linee strategiche scaturite dalla Legge regionale 16 marzo 1998 n. 10, di istituzione dell’ARESS, e consolidamento dell’Agenzia stessa.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Carmine Francesco Cicoria Contatta »

Composta da 84 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1133 click dal 18/05/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.