Skip to content

La rosa nella cultura europea. Simboli e strutture rappresentative in poesie e canzoni

Informazioni tesi

  Autore: Michele Bondesan
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Trieste
  Facoltà: Scuola sup. di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori
  Corso: Traduzione letteraria e traduzione tecnico-scientifica
  Relatore: Fabio Russo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 240

Questa tesi analizza i significati del simbolo e della metafora della rosa in poesie e canzoni europee.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 1. Poesie sulla Rosa: varietà di tipologie e di approcci Se una delle rappresentazioni più diffuse del carpe diem oraziano è costituita dai fiori in genere, tra essi solo la Rosa ha saputo coniugare il tema del tempo che scorre inesorabile con i temi della passione, dell‘edonismo, di un ideale irraggiungibile e misterioso, se non addirittura divino. A differenza di ogni altro fiore, la rosa travalica le categorie di significato, in modo tale che la sua quintessenza sfugge all‘intelletto umano. Rimandando al capitolo successivo per un esame e un confronto più puntuali tra le produzioni poetiche delle varie epoche e aree culturali, possiamo comunque già abbozzare alcune distinzioni. La maggior parte della produzione poetica che oggi viene definita classica si sviluppa lungo un filone prettamente lirico ed è quella che ha forgiato il concetto di ―rosa‖ nell‘immaginario collettivo occidentale. La rosa assurge a regina dei fiori, all‘ideale di bellezza assoluta ma effimera, e il colore rosso la rende il fiore della passione per eccellenza. Solitamente, l‘immagine floreale è usata come metafora dei grandi temi del tempo che passa ve- loce e della caducità di ogni cosa fresca, bella e giovane. Sono molto emblematici i componimenti dei poeti umanisti (Lorenzo de‘ Medici e Angelo Poliziano fra tutti), e più vastamente rinascimenta- li, in particolare francesi, tra cui spicca Pierre de Ronsard. Tuttavia, alcuni poeti, soprattutto spagnoli, hanno dedicato sotto altro aspetto interi componi- menti al fiore Rosa e alle qualità che la rendono così unica nell‘universo floreale. Si vedano soprat- tutto Alla rosa di Francisco de Rioja e Canzone alla rosa di Vicente Wenceslao Querol. Negli ultimi due secoli, al contrario, si è andato sviluppando un nuovo filone a dominante simbo- lica, in cui la rosa trascende la sua essenza di fiore e diventa simbolo dell‘intangibile, dello sfuggen- te, fino a essere associata alle tenebre (in Mallarmé) e alla morte (in Rilke). È altresì interessante notare come il trascorrere della storia letteraria e delle esperienze che vi so- no connesse abbia comportato un‘evoluzione dell‘approccio al tema Rosa, coincidente in parte con la contrapposizione fra lirismo e simbolismo. Assistiamo così al passaggio da liriche classiche di una certa lunghezza, quando non palesemente prolisse, a certi testi simbolici contemporanei, carat- terizzati da un ermetismo che, presumibilmente, deriva dalla presa d‘atto dell‘inutilità – o addirittu- ra dell‘impossibilità – di trattare il fiore Rosa ricorrendo alle metafore e analogie di significato tradizionali, tipiche dei secoli precedenti. Manifesto di questa tipologia ermetico-simbolica di poesie sulla Rosa può essere considerata la seguente poesia di Giorgio Caproni (1912-90):

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bellezza
carpe diem
erotismo
giovinezza
maria
purezza
religione
rosa
speranza
tempo
umanesimo
vergine
verginità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi