Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Trattamento riabilitativo dopo ricostruzione in artroscopia del legamento crociato anteriore

L’articolazione del ginocchio è una delle più complesse e delicate del nostro organismo. Sostiene il peso corporeo e per questo motivo una sua disfunzione provoca instabilità sia statica che dinamica. La stabilità articolare è legata all’integrità della capsula articolare e legamentosa (stabilizzazione passiva) e alla tensione delle strutture muscolo-tendinee che si inseriscono in prossimità dell’articolazione stessa (stabilizzazione attiva).
Avendo una passione per il calcio e lo sport in generale, il mio interesse si è rivolto alla riabilitazione del legamento crociato anteriore, essendo la sua lesione molto frequente negli sportivi.
Si è proceduto ad illustrare, brevemente, l’anatomia e la fisiologia dell’articolazione del ginocchio, in seguito ci si è soffermati sulla valutazione della lesione del legamento crociato anteriore, attraverso specifici test e indagini strumentali, e sul trattamento chirurgico.
Successivamente si è analizzato un quadro clinico con diagnosi di rottura del legamento crociato anteriore. Il paziente, sportivo di 24 anni, ha riportato la lesione eseguendo, accidentalmente, un movimento anomalo del ginocchio in valgo extrarotazione.
In seguito all’intervento chirurgico il programma riabilitativo ha avuto l’obiettivo di permettere la ripresa dell’attività sportiva in circa 6 mesi.
Attraverso questo lavoro vorrei dimostrare la necessità di un appropriato intervento riabilitativo per la ripresa dell’attività agonistica fondamentale per chi ama lo sport.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE L’articolazione del ginocchio è una delle più complesse e delicate del nostro organismo. Sostiene il peso corporeo e per questo motivo una sua disfunzione provoca instabilità sia statica che dinamica. La stabilità articolare è legata all’integrità della capsula articolare e legamentosa (stabilizzazione passiva) e alla tensione delle strutture muscolo-tendinee che si inseriscono in prossimità dell’articolazione stessa (stabilizzazione attiva). Avendo una passione per il calcio e lo sport in generale, il mio interesse si è rivolto alla riabilitazione del legamento crociato anteriore, essendo la sua lesione molto frequente negli sportivi. Si è proceduto ad illustrare, brevemente, l’anatomia e la fisiologia dell’articolazione del ginocchio, in seguito ci si è soffermati sulla valutazione della lesione del legamento crociato anteriore, attraverso specifici test e indagini strumentali, e sul trattamento chirurgico. Successivamente si è analizzato un quadro clinico con diagnosi di rottura del legamento crociato anteriore. Il paziente, sportivo di 24 anni, ha riportato la lesione eseguendo, accidentalmente, un movimento anomalo del ginocchio in valgo extrarotazione. In seguito all’intervento chirurgico il programma riabilitativo ha avuto l’obiettivo di permettere la ripresa dell’attività sportiva in circa 6 mesi. Attraverso questo lavoro vorrei dimostrare la necessità di un appropriato intervento riabilitativo per la ripresa dell’attività agonistica fondamentale per chi ama lo sport.

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Pietro Di Meo Contatta »

Composta da 46 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 13900 click dal 24/11/2010.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.