Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Allievi non italiani e progetti di integrazione nelle Scuole Primarie del comune di Gorizia

La scelta del tema di tesi è stata elaborata a partire dalla mia esperienza di quattro anni di tirocinio alla Scuola Primaria “E. Frinta” di Gorizia, uno dei Plessi con un la più elevata presenza di alunni stranieri. Caratteristica che mi ha spinto ad approfondire il tema dell’educazione interculturale prendendo in considerazione, per la seguente esposizione, proprio il suddetto Istituto, assieme ad un'altra Scuola Primaria di Gorizia: “V. Fumagalli”, che presenta la più alta percentuale di alunni migranti per classe rispetto alle altre sedi scolastiche goriziane.
Si comincia, pertanto, con un inquadramento generale sulle normative presenti in Italia, e successivamente in Regione, riguardo alla materia di intercultura, basandosi sulle direttive del Ministero dell’Istruzione stilate nel 2006 per quanto riguarda le linee guida di accoglienza e integrazione degli alunni stranieri, e soprattutto seguendo la Via Italiana per la scuola interculturale e l’integrazione degli studenti migranti dall’Osservatorio nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri e per l’educazione interculturale stesa nel 2007.
Successivamente viene descritta la presenza di stranieri nella città di Gorizia, più nello specifico, i migranti che frequentano i vari ordini e gradi di Scuola, con concentrazione maggiore per le Scuole Primarie. seguiranno poi l'analisi dei progetti interculturali attuati in suddette scuole.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE La scelta del tema di tesi è stata elaborata a partire dalla mi esperienza di quattro anni di tirocinio alla Scuola Primaria “E. Frinta” di Gorizia, uno dei Plessi con un la più elevata presenza di alunni stranieri. Caratteristica che mi ha spinto ad approfondire il tema dell‟educazione interculturale prendendo in considerazione, per la seguente esposizione, proprio il suddetto Istituto, assieme ad un'altra Scuola Primaria di Gorizia: “V. Fumagalli”, che presenta la più alta percentuale di alunni migranti per classe rispetto alle altre sedi scolastiche goriziane. Dopo aver raccolto i dati di presenza degli studenti stranieri nelle scuole di Gorizia, si è deciso di analizzare 5 anni di progetti di intercultura nei due Plessi sopraelencati, quindi dall‟anno scolastico 2004/2005 all‟anno scolastico 2008/2009. L‟elaborato è suddiviso in cinque capitoli, che comprendono: il contesto normativo e pedagogico, la situazione della città di Gorizia per quanto riguarda gli stranieri, ,l‟analisi dei progetti interculturali delle due Scuole Primarie sopra nominate, concludendo con l‟esposto di tirocinio svolto durante il corrente anno all‟interno della Scuola “E. Frinta”. Si comincia, pertanto, con un inquadramento generale sulle normative presenti in Italia, e successivamente in Regione, riguardo alla materia di intercultura, basandosi sulle direttive del Ministero dell‟Istruzione stilate nel 2006 per quanto riguarda le linee guida di accoglienza e integrazione degli alunni stranieri, e soprattutto seguendo la Via Italiana per la scuola interculturale e l‟integrazione degli studenti migranti dall‟Osservatorio nazionale per l‟integrazione degli alunni stranieri e per l‟educazione interculturale stesa nel 2007. Sempre all‟interno di questo capitolo verranno elencati alcuni dei principi pedagogici su cui si fonda l‟educazione interculturale scelti in base ai bisogni espressi dal territorio. Successivamente , nel secondo capitolo, viene descritta la presenza di stranieri nella città di Gorizia, più nello specifico, i migranti che frequentano i vari ordini e gradi di Scuola, con concentrazione maggiore per le Scuole Primarie. Viene realizzata una panoramica generale della città, analizzando l‟andamento dall‟anno 2005/2006 all‟anno 2007/2008. Per quanto riguarda gli anni 2005/2006 e 2006/2007, i dati sono stati ricavati dall‟ultima pubblicazione di statistiche della Regione Friuli Venezia Giulia; mentre per gli anni 2007/2008 le informazioni sono state raccolte direttamente dall‟ufficio immigrazione della Questura di Gorizia, in quanto non erano ancora pienamente disponibili.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Elisa Simeoni Contatta »

Composta da 115 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2762 click dal 12/11/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.