Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Recenti aspetti internazionali della relazione Cina-Usa

L'ascesa cinese pone domande e sfide di primaria importanza per la maggior parte dei policy-maker del mondo, in particolar modo per quelli degli Stati Uniti - l'unica superpotenza rimasta nel mondo post Guerra Fredda. Per gli Usa e per altri paesi della comunità internazionale affrontare l'ascesa cinese è diventata la principale sfida del XXI secolo.
La relazione sino-americana oggi, è probabilmente la più importante nello scenario internazionale. Si tratta di una relazione molto complessa, i cui rapporti hanno ramificazioni e conseguenze globali. Le principali questioni di attrito tra i due paesi: cambio, squilibri commerciali, diritti umani, Taiwan, nazionalismo, Mare Cinese del Sud, competizione energetica e militare; lo dimostrano. Ecco perchè Cina e Stati Uniti sono chiamati a collaborare in tutte le principali questioni aperte sullo scacchiere internazionale: dalla crisi economica all'ambiente, all'Iran al mondo post-West, dai diritti umani alla sicurezza internazionale.
Sullo sfondo resta la questione cruciale: gli Usa sono una superpotenza in declino, mentre la Cina, sono una potenza in ascesa. La vera sfida dei prossimi anni sarà la gestione pacifica di questi rapporti.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 . L A V I S I O N E C I N E S E D E L L’ O R D I N E MONDIALE: UNA PROSPETTIVA STORICA L’architettura dell’attuale sistema internazionale fondata nel 1945, non è cambiata da quella data, momento in cui la Cina aveva un suo posto nel nuovo sistema. Dopo il 1949, però, alla Repubblica Popolare Cinese, in seguito alla vittoria dei Comunisti nella guerra civile contro i Nazionalisti di Chiang Kai- shek (obbligati a ritirarsi sull’isola di Taiwan) 1 , fu negato un posto in questo contesto. Fu solo nel 1971, quando fu riammessa nelle Nazioni Unite come unica rappresentante della Cina, che la situazione cambiò. Fu da quel momento che iniziò una partecipazione sempre più attiva di figure del Partito comunista cinese nelle organizzazioni internazionali, anche se solo dopo la fine della Rivoluzione Culturale, l’atteggiamento nei confronti dell’Onu mutò radicalmente e il corpo diplomatico cinese si attivò pienamente nelle numerose agenzie ed ai vari livelli di quella vasta organizzazione. Iniziò, così, una stagione in cui varie figure delle Nazioni Unite ed esperti della Banca Mondiale aiutarono la Cina nel suo passaggio da un’economia pianificata ad una più vicina a quella di mercato, permettendo anche ai politici cinesi di imparare a gestire le relazioni nel contesto internazionale; così, progressivamente, i quadri del partito guadagnarono fiducia nel sistema internazionale, vedendolo come un possibile vantaggio al raggiungimento dei loro propri obiettivi. Esaminare le dinamiche interne della Cina può aiutare a capire se essa abbia la forza di influenzare l’ordine mondiale, da una parte, mentre, dall’altra, è 5 1 J.A.G. Roberts, Storia della Cina, 2002.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Marco Spinello Contatta »

Composta da 274 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3809 click dal 26/11/2010.

 

Consultata integralmente 16 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.