Skip to content

Fra dialetto e italiano: saggio di analisi linguistica di alcune scene del film Gomorra

Informazioni tesi

  Autore: Alberto Cavallo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Gloria Aurora Sirianni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 80

Un vero e proprio copione del film Gomorra non esiste. Non è mai stato redatto. La sceneggiatura del film nasce sulla scena e dalla bocca degli attori "autoctoni" (napoletani e casertani).
La tesi prova a recuperare - e analizzare - la lingua del film partendo dalla pellicola; ovvero proprio dal parlato dei protagonisti. La sceneggiatura "ricostruita" è riportata sulla pagina in simboli IPA (International Phonetic Alphabeth) e tradotta, in calce, in italiano letterale.
Le scene analizzate sono introdotte da una descrizione delle tecniche cinematografiche delle stesse e da una presentazione linguistica e antropologica delle figure protagoniste.
Il capitolo finale tenta di osservare il materiale analizzato da un punto di vista sociologico e antropologico (Antropologia del Linguaggio).
In altre parole: la lingua è lo strumento più antico e più usato. Il linguaggio manifesta un bagaglio e un retaggio culturale. I parlanti ne sono i padroni e gli artefici attraverso l'azione del parlare.
Quindi, di quale cultura e tradizione sono portatori i personaggi del film? Di che territorio sono espressione?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. Introduzione 1.1 Aspetti generali Questa tesi di Laurea nasce dal tentativo di ricostruire prima e analizzare poi parte della sceneggiatura del film Gomorra, selezionando alcune sequenze, interpretandone le battute per trascriverle in IPA. Per questo, possiamo dire che il lavoro sia consistito nel ‚recuperare la sceneggiatura dalla pellicola‛. Occorre premettere che non esiste una vera e propria sceneggiatura scritta del film, un copione che riporti parola per parola tutte le battute dei personaggi. È stato redatto invece dalla troupe di sceneggiatori un ‚canovaccio‛ in italiano o in un napoletano ‚comprensibile‛ che gli attori, tutti dialettofoni e non professionisti, hanno dovuto interpretare traducendo nella loro lingua madre. Il risultato è in larga misura il dialetto napoletano, con alcuni passi nei dialetti sannitici – soprattutto il casertano – o in italiano. Il linguaggio del film nasce dunque sulla scena e dalla bocca degli attori, e cosa ancor più rilevante, si sviluppa come un ‚parlato spontaneo‛. È questa una delle ragioni per cui si può considerare il film un documento linguistico – e perché no, culturale – attendibile e di grande valore. Devo inoltre sottolineare il fatto che la sottotitolatura del film non segue in maniera letterale il parlato della pellicola, ma è traduzione dai sottotitoli inglesi che traducevano probabilmente la sceneggiatura originale italiana, per cui anche la traduzione letterale dal dialetto è parte integrante – e originale – di questo lavoro. Ho proceduto poi con l’analisi linguistica, esaminando i materiali sia sotto il profilo dialettologico (fonetico, morfosintattico, lessicale), sia sotto quello sociolinguistico e dell’antropologia del linguaggio. Detto questo, bisogna tenere in considerazione che il presente lavoro non può approfondire considerevolmente i temi affrontati; per ragioni di tempo e di qualità della ricerca. Dovrò quindi, nella maggior parte dei casi, accenare agli argomenti considerati, svolgendo il discorso in forma succinta e riassuntiva. 1.2 Il film Il film Gomorra esce nel circuito cinematografico italiano nel Maggio 2008. È un lungometraggio di 129 minuti scritto da una troupe di sceneggiatori (Matteo Garrone, Massimo Gaudiosi, Roberto Saviano, Maurizio Braucci, Ugo Chiti, Gianni Di Gregorio) e diretto da Matteo 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

dialetti italiani
dialetto napoletano
film
gomorra linguaggio
linguaggi cinema
linguistica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi