Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Applicazione di un modello matematico non parametrico per il calcolo dell’efficienza nel settore italiano del travel retail. Caso Autogrill S.p.A.

La tesi propone un nuovo approccio per la misurazione delle performance di efficienza operativa nel settore del retail. Il caso studio, condotto in collaborazione con gli esperti del Controllo di Gestione del Gruppo, considera i punti vendita Autogrill dedicati all’offerta travel retail che si trovano lungo le strade e autostrade italiane. I modelli di analisi implementati hanno un duplice obiettivo: confrontare le prestazioni dei punti vendita attraverso una logica di benchmarking, offrendo supporto all’attività di reporting; rilevare la relazione tra gli indicatori di efficienza e i fattori contestuali al processo operativo. Le implicazioni gestionali e le conclusioni dello studio sono state ottenute in collaborazione con gli esperti del team di progetto.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il punto di partenza di questo lavoro ha origine nella recente evoluzione del travel retailing: un moderno segmento della distribuzione che ingloba le aree commerciali di aeroporti, stazioni ferroviarie e autostrade. Questi punti vendita costituiscono un vero e proprio canale distributivo con caratteristiche distintive: la base clienti non sono i residenti, ma le persone in transito. Nel nostro Paese i principali volani di quest’espansione sono stati l’ampliamento degli scali aeroportuali, la valorizzazione degli spazi commerciali nelle stazioni ferroviarie e la ristrutturazione delle aree di servizio autostradali. La recente store war che coinvolge i competitor del settore richiede “l’adozione di armi sempre più affilate” (Gianmario Tondato da Ruos, CEO Autogrill). Per ottenere un vantaggio competitivo nei confronti dei concorrenti è necessario massimizzare le performance. La misurazione delle prestazioni di un punto vendita, la loro comprensione e la definizione delle criticità gestionali che ne consentono il governo non è un compito facile. La progettazione di sistemi di reporting che hanno un focus esclusivo su fatturato e margine non permette un adeguato monitoraggio dell’attività di vendita. Tali sistemi, infatti, si limitano a misurare i risultati dello sforzo commerciale, ma non ne consentono una piena comprensione né la corretta gestione. È in questa prospettiva che diventa necessario estendere il sistema di misurazione delle performance alle determinanti operative di risultato. La tesi presenta un modello di valutazione dell’efficienza dei punti vendita Autogrill dedicati all’offerta travel retail. La metodologia adottata rappresenta lo stato dell’arte nel campo della ricerca sull’efficienza: l’approccio a due stadi impiega la Data Envelopment Analysis (DEA) per valutare la performance dei punti vendita e il metodo Simar-Wilson (2007) per rilevare i driver di efficienza del concept Market. Dopo aver definito un sistema di misurazione delle prestazioni basato su indicatori di natura operativa, la DEA permetterà di fotografare l’efficienza di ciascun punto vendita comparando l’attuale capacità di trasformare le risorse in risultati con il proprio obiettivo ottimale (calcolato sulle performance delle best practices). Questo primo stadio di analisi non considera, però, la relazione esistente tra le prestazioni operative e i restanti fattori che influenzano il processo produttivo del concept Market, siano essi riconducibili a variabili esogene o endogene. La seconda fase vuole esaminare questa relazione adottando una prospettiva statistica in grado di rafforzare la capacità segnaletica del sistema di controllo di gestione. La novità di questo innovativo approccio a supporto del reporting consiste nella capacità di identificare le inefficienze operative così da verificare la coerenza tra la strategia aziendale e le attività specifiche di ciascun punto vendita. La tesi è organizzata nel modo seguente: il capitolo 1 descrive i tratti peculiari del travel retail e delinea il moderno approccio al sistema di reporting integrato; il 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Ingegneria

Autore: Marco Piovesan Contatta »

Composta da 186 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1235 click dal 22/11/2010.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.