Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi del mercato del lavoro in India dall’indipendenza ad oggi

L’India si presenta oggi come un paese enorme e in continua crescita sia demografica che economica con numerose e profonde contraddizioni. Nonostante un tasso di crescita molto elevato negli ultimi anni la povertà all’interno del paese continua ad essere molto diffusa.
L’India dopo l’indipendenza dalla Madre Patria inglese ha seguito un sentiero tutto suo, e molto particolare, di sviluppo. I frequenti paragoni con la Cina, che incarna il modello più tradizionale, ne evidenziano tutti gli aspetti caratteristici.
L’idea di partenza di questa tesi era capire come l’India sia diventata oggi una potenziale potenza a livello mondiale, qual è stato questo particolare percorso che ha seguito e come si presenta oggi la situazione del paese: quali sono i suoi punti di forza ma soprattutto quali i punti deboli che non gli permettono di sfruttare a pieno tutte le sue enormi potenzialità.
Uno degli aspetti più importanti, che continua a rallentare la crescita economica indiana, è il mercato del lavoro, perché troppo poco flessibile, sia da un punto di vista legislativo, sia per la sua struttura intrinseca e sia per l’enorme difficoltà nella mobilità dei lavoratori. Una sfida che l’India si trova oggi ad affrontare è la creazione di occupazione necessaria, e sufficientemente diversificata, per poter assorbire la grande e crescente forza lavoro.
I dati a mia disposizione, tratti da Datastream, con fonte il Fondo Monetario Internazionale e la Central Statistic Organization, hanno permesso di fare un’analisi descrittiva del mercato del lavoro organizzato a partire dagli anni ’70 fino ad oggi.
Purtroppo per un paese in via di sviluppo come l’India non è così semplice trovare delle serie storiche attendibili per un periodo sufficientemente lungo da poter intraprendere un’analisi econometria.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’India si presenta oggi come un paese enorme e in continua crescita sia demografica che economica con numerose e profonde contraddizioni. Nonostante un tasso di crescita molto elevato negli ultimi anni la povertà all’interno del paese continua ad essere molto diffusa. L’India dopo l’indipendenza dalla Madre Patria inglese ha seguito un sentiero tutto suo, e molto particolare, di sviluppo. I frequenti paragoni con la Cina, che incarna il modello più tradizionale, ne evidenziano tutti gli aspetti caratteristici. L’idea di partenza di questa tesi era capire come l’India sia diventata oggi una potenziale potenza a livello mondiale, qual è stato questo particolare percorso che ha seguito e come si presenta oggi la situazione del paese: quali sono i suoi punti di forza ma soprattutto quali i punti deboli che non gli permettono di sfruttare a pieno tutte le sue enormi potenzialità. Uno degli aspetti più importanti, che continua a rallentare la crescita economica indiana, è il mercato del lavoro, perché troppo poco flessibile, sia da un punto di vista legislativo, sia per la sua struttura intrinseca e sia per l’enorme difficoltà nella mobilità dei lavoratori. Una sfida che l’India si trova oggi ad affrontare è la creazione di occupazione necessaria, e sufficientemente diversificata, per poter assorbire la grande e crescente forza lavoro. I dati a mia disposizione, tratti da Datastream, con fonte il Fondo Monetario Internazionale e la Central Statistic Organization, hanno permesso di fare un’analisi descrittiva del mercato del lavoro organizzato a partire dagli anni ’70 fino ad oggi. Purtroppo per un paese in via di sviluppo come l’India non è così semplice trovare delle serie storiche attendibili per un periodo sufficientemente lungo da poter intraprendere un’analisi econometria. 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Barbara Adami Contatta »

Composta da 118 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2413 click dal 25/11/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.