Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La regolamentazione del rischio di liquidità delle banche

La recente crisi che ha investito il sistema finanziario internazionale, ha messo in luce la difficoltà riscontrata da numerose banche nel mantenere livelli di liquidità accettabili. Questa situazione globale è stata preceduta da anni in cui il sistema finanziario era caratterizzato da una grande liquidità, pertanto il rischio ad essa associato non ha ricevuto le attenzioni in termini di gestione, monitoraggio e controllo che invece sono state rivolte ad altre tipologie di rischio tipiche dell’attività bancaria come, ad esempio, quello di creditizio. La recente crisi, tuttavia, ha dimostrato che il liquidity risk può insorgere piuttosto rapidamente, anche in contesti altamente liquidi e deteriorare con grande facilità le fonti necessarie agli intermediari per finanziare la loro attività.
Il riconoscimento dell’incapacità delle banche di gestire efficacemente la loro liquidità, ha portato le Autorità di vigilanza dei diversi Paesi e i principali organi di sorveglianza sull’attività bancaria alla stesura di una serie di norme per aiutare gli intermediari a migliorare le politiche interne di gestione e controllo dei rischi.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Introduzione - 7 -

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Ambra Bensi Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3838 click dal 30/11/2010.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:
×