Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Capitale sociale e promozione della salute. Uno studio presso le scuole medie di Chiasso.

Il presente lavoro prende corpo dall’idea di approfondire i concetti di capitale sociale, alimentazione e promozione della salute, nel contesto familiare e specificatamente rispetto agli adolescenti, esaminando in particolare le interazioni che caratterizzano la relazione tra di essi. Il lavoro si e sviluppato, a partire dal concetto di capitale sociale, cercando di sviscerarne i significati e le contraddizioni che lo accompagnano, e provando a trovare delle categorie che permettano di chiarirne confini e dimensioni, distinguendolo nella molteplicità di proposizioni che vengono utilizzate per comprenderlo, analizzarlo e misurarlo. Successivamente è stato contestualizzato, rispetto a tre questioni, la famiglia la salute e la sanità, con l’obiettivo di comprendere le peculiarità del capitale sociale familiare.
Si è poi proseguito con il tema della salute per chiarirne la polidimensionalità, e dichiarare la necessità di riferirsi ad un modello complesso anche nella pratica delle politiche sanitarie, ed ovviamente in riferimento alle interazioni con il capitale sociale. Con l’alimentazione si è entrati nel merito dell’oggetto della nostra indagine, descrivendone le direttrici che ne qualificano la molteplicità delle fenomenologie che la caratterizzano, nella misura in cui possiamo definirla un bisogno biologico, a cui l’uomo ha dato una risposta sociale. Nel contesto dell’analisi e delle conclusioni sono state affrontate sulla base dei dati emersi le correlazioni tra i vari fenomeni analizzati e tracciate alcune direttrici, in merito alle politiche di promozione della salute, coinvolgendo, data la sua importanza per la popolazione indagata, anche il contesto scolastico.

Mostra/Nascondi contenuto.
Vincenzo D‟Angelo Tesi di laurea Sociologia Salute e stili di vita Università di Bologna sede Forlì settembre 2010 1. Introduzione L‟alimentazione è da sempre nella storia dell‟umanità un tema di grande rilievo, per una serie numerosissima di motivi che vanno a toccare tutte le sfere dell‟esistenza umana. L‟argomento si presta alle più svariate direttrici di approfondimento e di analisi da parte di diverse discipline, basta infatti ricordare che il nutrimento è uno dei bisogni primari dell‟essere umano, ma le sue implicazioni sono tali e tante da non poterlo confinare a mera attività di soddisfazione di una necessità di carattere biologico. Il mondo globalizzato di oggi ci propone delle forti dicotomie rispetto a questo tema, infatti abbiamo da una parte ampie regioni del pianeta in cui le popolazioni che vi abitano non riescono a soddisfare questo bisogno ai suoi livelli più elementari, vale a dire legati alla sopravvivenza, mentre in altre zone gli abitanti vivono in una condizione di sovrabbondanza di cibo. Queste due, tutto sommato semplici notazioni, fanno emergere a loro volta due questioni piuttosto complesse, per un verso la carenza di cibo è uno dei motori dei flussi migratori, insieme ad altri fattori che qui non andremo ad approfondire per motivi di spazio e di stretta pertinenza. La seconda questione, che invece ci riguarda più da vicino, attiene al problema della salute in materia di alimentazione, le popolazioni delle società post- moderne (o tardo-moderne) vivono il problema inverso, la sovrabbondanza di cibo si traduce insieme ad altri fattori che andremo ad approfondire in comportamenti alimentari poco salubri di cui la tendenza all‟obesità, che caratterizza le società occidentali, è uno degli aspetti più evidenti. Questo fenomeno è assolutamente attuale in Svizzera e specificamente nel Cantone 1 Ticino, come dimostra una pubblicazionedell‟Ufficio Valutazione e promozione sanitaria del DSS (Dipartimento Sanità e Socialità), in cui viene evidenziato come le abitudini alimentari dei giovani ticinesi siano tendenzialmente poco sane. A partire da questa ultima considerazione prende corpo il presente lavoro, che si propone di andare ad indagare i comportamenti e le attitudini verso l‟alimentazione di una popolazione di giovani adolescenti, con la peculiarità di porre l‟analisi nella particolare 1 http://www.ti.ch/DSS/DSP/SezS/UffPVS/statistiche/Salute_dei_giovani/3.4_Comportamenti- alimentari.pdf (pag consultata il 19.08.2008) 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Vincenzo D'angelo Contatta »

Composta da 203 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 890 click dal 21/01/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.