Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La qualità dell'asilo nido e la relazione bambino-educatrice: associazioni con il benessere socio-emotivo di bambini tra 18 e 36 mesi.

Ricerca longitudinale su bambini tra i 18 e i 36 mesi frequentanti l'asilo nido, allo scopo di comprendere se le qualità strutturali dell'asilo e la qualità della relazione tra il bambino e l'educatrice si associano al benessere socio-emotivo dei bambini e alla qualità dell'esperienza di cura non materna.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE A partire dalla seconda metà del ventesimo secolo si è assistito a sostanziali cambiamenti nell’accudimento dei bambini durante la prima infanzia. In passato i bambini in età prescolare erano seguiti dalle madri che non lavoravano oppure venivano affidati ai nonni o altri parenti. Oggi molte donne non possono permettersi di rimanere a casa e, spesso, devono tornare al lavoro quando i loro bambini sono ancora molto piccoli. La presenza di servizi per la prima infanzia rappresenta per queste madri una soluzione indispensabile. Da anni quindi i ricercatori si stanno interrogano sugli effetti dell’accudimento non materno individuando sia esiti positivi che negativi sullo sviluppo e sull’adattamento dei bambini. Tuttavia, esiste un generale accordo sull’importanza della qualità dell’esperienza di cura per il benessere dei piccoli. Con questo lavoro di tesi s’intende analizzare, nel nostro campione, i fattori che contribuiscono alla qualità dell’asilo nido e indagare l’influenza che essi hanno sul benessere socio-emotivo dei piccoli ospiti. Insieme alle caratteristiche strutturali (numero di bambini per educatrice e dimensione del gruppo), degli educatori (anzianità di servizio, livello d’istruzione) e dei bambini (età d’ingresso al nido e ore settimanali trascorse all’asilo), la relazione che si instaura tra il bambino e l’educatrice rappresenta un importante elemento che definisce la qualità dell’ambiente educativo. Nella letteratura internazionale numerosi studi hanno dimostrato che le prime relazioni con l’educatore sono determinanti importanti del funzionamento sociale ed emotivo dei bambini; per questo motivo si è deciso di porre l’attenzione su questo particolare rapporto per comprendere quali fattori e meccanismi possono favorire lo sviluppo di una positiva relazione caregiver-bambino e di conseguenza un buon adattamento dei bimbi che frequentano l’asilo nido. 7

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Giulia Andreola Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10770 click dal 16/12/2010.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.