Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La facilitazione neuromuscolare propriocettiva (PNF) nel trattamento fisioterapico post-traumatico nel ginocchio dello sportivo

ABSTRACT
Introduzione: La facilitazione neuromuscolare propriocettiva (PNF) è un approccio riabilitativo sviluppato negli anni '40 da H. Kabat insieme a M. Knott e D. Voss. Per PNF si intende una pratica che promuove o sollecita la risposta del meccanismo neuromuscolare attraverso la stimolazione dei propriocettori, basata su movimenti spiraliformi e diagonali, con continui cambi di direzione e alternanza di contrazioni e fasi di rilassamento, tutte caratteristiche che richiamano il movimento funzionale.
Scopi e Metodi: lo scopo di questa tesi è ricercare nella letteratura scientifica, evidenze che provino l'efficacia del PNF sull'aumento del ROM e sulla propriocezione, nella riabilitazione conservativa post-traumatica del ginocchio sportivo. Inoltre ci si propone di ricavare raccomandazioni che guidino nella pianificazione di una seduta fisioterapica comprendente il PNF, sia in termini di selezione della tecnica migliore, intensità, durata di applicazione e mantenimento dei risultati. Tutto ciò è stato condotto consultando vari database: MEDLINE, PEDro, Cochrane, Google Scholar, per ricercare articoli pubblicati dall'anno 2000 in poi, in lingua inglese e/o italiana, trattanti esclusivamente la lesione post-traumatica dei tessuti molli del ginocchio dello sportivo, con trattamento conservativo, in pz compresi tra 18 e 55 anni trattati con l'approccio PNF. Gli articoli trovati sono stati valutati criticamente assegnando loro il livello di evidenza e il grado di raccomandazione.
Discussione: gli studi presi in esame hanno dimostrato che il PNF, tra tutti i tipi di stretching, produce i migliori risultati nell'aumento del ROM e gioca un ruolo importante nel recupero della funzionalità agendo sul ripristino della propriocezione. Inoltre sono state ricavate indicazioni, basate sull'evidenza, che guidano nella pianificazione di una seduta fisioterapica in pz con traumi distorsivi del ginocchio, sia in termini di selezione della tecnica di PNF migliore, intensità, durata di applicazione, mantenimento dei risultati.
Discussione: il PNF ha un ruolo sicuramente positivo sia nella riabilitazione propriocettiva che in termini di aumento del ROM. Grazie alla valutazione critica delle evidence sono riuscito a ricavare indicazioni utili che guidano la pianificazione del trattamento conservativo, con PNF, negli esiti distorsivi del ginocchio sportivo. In letteratura scarseggiano articoli che trattano il PNF e la riabilitazione in generale. Inoltre la maggior parte degli studi ha alte probabilità di bias, come ad esempio l'eterogeneità della nomenclatura, della classificazione e dell'attuazione. Sarà necessario portare avanti più studi sull'argomento, che siano questi omogenei, con la più bassa probabilità di bias possibile e ben strutturati.

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA Durante il mio percorso di studi ho sentito spesso parlare della tecnica di facilitazione neuromuscolare propriocettiva (PNF), ma rare sono state le occasioni in cui ho potuto vederla applicare in tirocinio, fino a quando nel corso del 3°anno, in un centro di riabilitazione in particolare, ho assistito all'applicazione del PNF durante la riabilitazione del ginocchio dopo ricostruzione del LCA o dopo meniscectomia. Partendo già incuriosito dalla teoria, vista l'applicazione pratica del PNF, non ho potuto non approfondire fino ad arrivare a voler improntare la mia tesi di laurea sull'argomento anche per trovare delle risposte a tutte le curiosità che mi sono posto come, ad esempio quale sia la tecnica di PNF migliore per ricercare l'aumento del ROM del ginocchio, oppure per quanto permane l'aumento del ROM ottenuto dopo una seduta di PNF ed altre. Ad indirizzarmi sull'ambito sportivo è stata la mia passione per il calcio ed ho preso in considerazione il ginocchio perchè nel mondo del calcio gli infortuni che lo caratterizzano sono all'ordine del giorno e sono anche quelli che più facilmente possono compromettere una stagione.

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Simone Marraccini Contatta »

Composta da 98 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8530 click dal 21/12/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.