Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli stati emotivi e passionali

L'analisi della rilevanza degli stati emotivi e passionali durante la commissione di un reato ai fini della punibilità penale.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 - Premessa. Parlare delle emozioni vuol dire trattare contemporaneamente del pensiero e della ragione, del rapporto tra l'inconscio e ciò che diviene conscio. Parlare delle emozioni vuol dire anche porsi il quesito dell'uomo invisibile. Potremmo dire che le emozioni e le passioni umane, indefinibili ma tangibili, incomprensibili ma imprescindibili, rappresentano il primum movens dell'agire umano. Quando pensiamo all'essere umano ci esibiamo in voli pindarici sulla ragione, sulla creatività, sul dominio che l'uomo esercita sulla terra, sugli animali, e sul dominio, (inteso come perfetta padronanza), di se stesso. In questo discorso, volto ad inneggiare alla parte intellettiva, spesso ci dimentichiamo della meno razionale, ma pur sempre umana, parte animale del nostro essere, dalla quale scaturiscono le emozioni e le passioni, attributi atavici, ancestrali dell'uomo, con i quali, insieme a sentimenti positivi, come l'affettività, l'amore, l'entusiasmo, riaffiora, in determinate, (potremmo dire drammatiche), situazioni, una istintualità che genera gesti, talvolta apparentemente immotivati,

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Giovanni Castronovo Contatta »

Composta da 38 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 769 click dal 13/12/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.