Skip to content

La divulgazione scientifica in televisione. Italia ed Inghilterra a confronto

Informazioni tesi

  Autore: Massimo Frera
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere
  Corso: Lingue e Letterature Straniere
  Relatore: Marina Villa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 182

Nella società contemporanea la televisione è ormai un modello di riferimento per la rappresentazione della realtà che ci circonda. La tv ci rimanda quotidianamente scene di vita, esperienze e conoscenze che fanno parte di noi, permettendoci così di identificarci in esse, ottenendo perciò maggior attenzione da parte nostra.

Questa tesi vuole analizzare attraverso metodologie di analisi televisiva semiotica e non, quale immagine della scienza il media per eccellenza trasmette nelle case di milioni di persone. Sono state prese in esame 4 trasmissioni nel periodo gennaio- aprile 1999: “Superquark” e “La macchina del tempo” per l’Italia e “Horizon” e “Tomorrow’s world” per l’Inghilterra. Dopo una presentazione della storia che ha caratterizzato il rapporto tra scienza e tv nei due paesi, ognuno dei quattro programmi citati viene analizzato e commentato in ogni sua componente grazie ad uno schema di analisi ad hoc.
Di seguito riportiamo alcuni brevi spunti per ogni programma analizzato, rimandando, per ulteriori approfondimenti e spunti di ricerca alla tesi stessa.

“Superquark” fornisce un’idea conservatrice di scienza. Piero Angela è ormai una figura riconosciuta e quindi già garante di scientificità. Il suo punto di forza è la chiarezza espositiva; presenta la scienza come “un complesso di certezze incontrovertibili”, la cui impostazione è positivista e fondamentalmente neo-illuminista.

“La Macchina del Tempo” tende a privilegiare il lato più spettacolare rispetto a quello conoscitivo. Abbondano i filmati inerenti disastri ecologici, nei quali viene enfatizzato il ruolo dell’uomo in un mondo fondamentalmente ostile. L’eroe non è lo studioso, ma il vigile del fuoco, la guardia costiera o il poliziotto che sacrifica talvolta la vita per la sopravvivenza della comunità. Fondamentalmente si cerca di fornire emozioni.

In “Horizon” la messa a fuoco è effettuata su un personaggio, uno scienziato, che fa parte della “casta”, ma possiede che riesce a superare i limiti da essa imposti. Questa figura appare come un eroe. Non si nascondono i fallimenti della scienza.

In “Tomorrow’s World” la scienza è fondamentalmente sinonimo di “novità” e “velocità”: fin dalla sigla iniziale la rapidità e la capacità di migliorare il nostro futuro insite nella scienza sono sottolineate. Il progresso è il vero protagonista.

La tesi si chiude con una riflessione sul paradigma scientifico trasmesso dal media televisivo.
La comparazione tra Italia ed Inghilterra permette sia un’apertura alle diverse modalità con cui le televisioni nostrane e d’oltremanica intraprendono il discorso, sia una maggior attenzione su due sistemi culturali comunque diversi.

Nel suo complesso è uno scritto utile sia per gli spunti sociologici che per quelli più strettamente tecnici riguardanti la scienza della comunicazione, con notevoli rimandi a ricerche e ricercatori in grado di chiarire meglio quello che tutti noi quotidianamente abbiamo sotto gli occhi: la televisione.


CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Nella società moderna la televisione è ormai un modello di riferimento per la rappresentazione della realtà che ci circonda. La tv ci rimanda quotidianamente scene di vita, esperienze e conoscenze che fanno parte di noi, permettendoci così di identificarci in esse, ottenendo perciò maggiore attenzione da parte nostra. Questo meccanismo termina qui? Cosa succede quando la “scatola parlante” ci invia messaggi da un mondo distante, quando cioè cerca di divulgare conoscenze non note ai suoi telespettatori? Questa tesi intende porre la propria attenzione sulla divulgazione scientifica in televisione. Il concetto di divulgazione nasce con l’Encyclopedie nel XVIII secolo e con la forma di pensiero “illuministica” che si ripropone di “rischiarare la mente degli uomini per liberarli dalle tenebre dell’ignoranza, della superstizione, dell’oscurantismo attraverso la conoscenza e la scienza”. 1 “Divulgare” secondo lo Zanichelli è “rendere noto a tutti un fatto, un avvenimento, un segreto. Diffondere, propagare”, ma anche “rendere comprensibile” 2 (Zanichelli, 1973). Per poter portare assolvere un tale compito la televisione utilizza diverse strategie e modalità, così come molti attori, cui attribuisce diversi mandati. Il prodotto finale restituisce una certa immagine della scienza e del suo rappresentante. Questa tesi ha lo scopo di capire quali siano tali immagini. La ricerca è quindi improntata più sugli aspetti sociologici che su quelli strettamente semiologici. Si tenta di rispondere al seguente quesito: la scienza proposta in tv aiuta il telespettatore a capire la scienza o lo vuole solo intrattenere? 1 Voce “Enciclopedia”, in D’Alambert- Diderot, La Filosofia dell’Encyclopédie, Laterza, Bari, 1996. 2 Zanichelli, Vocabolario della lingua italiana, 1973.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

televisione
divulgazione scientifica
superquark
scienza
divulgazione
divulgazione televisiva

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi