Skip to content

Analisi di bilancio delle imprese appartenenti al settore cantieristico navale genovese

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Morasso
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli studi di Genova
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Commercio
  Relatore: Alberto Quagli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 209

Oggetto specifico di questo lavoro di Tesi è l’analisi di bilancio delle società aventi sede legale nella provincia di Genova ed operanti nel settore cantieristico navale. Gli anni presi in esame sono 2006, 2007 e 2008. Per il reperimento dei dati necessari è stata utilizzata la banca dati “AIDA” (Analisi Informatizzata Delle Aziende). AIDA consente di creare un set di società aventi caratteristiche comuni tramite diverse strategie di ricerca (di natura geografica, settoriale, dimensionale, giuridica ed economica). Si è deciso di creare un set di società che soddisfacesse contemporaneamente tre strategie di ricerca: società attive, aventi sede legale nella provincia di Genova e svolgenti un’attività corrispondente ad un codice “ATECO 2002 ” 351 (“Industria cantieristica:costruzioni navali e riparazioni di navi e imbarcazioni, compresa l’attività impiantistica”). Il set risultante comprendeva 129 società. Per ridurre il campione e renderlo maggiormente omogeneo e significativo si è deciso di inserire anche un limite dimensionale: fatturato delle società superiore al milione di euro (con riferimento al 2008,ultimo anno disponibile). Sono state inoltre scartate le società per le quali non erano disponibili tutti i bilanci per i tre anni considerati. Tuttavia il set risultava ancora troppo eterogeneo sotto il profilo dell’attività svolta (il codice ATECO 351 si è rivelato troppo generico) e altre società sono state escluse. Il set si è così ridotto a 28 società ma, sempre a causa dell’eterogeneità dell’attività svolta, è stato necessario suddividere le società rimaste in tre categorie differenti:

1) Costruzione imbarcazioni
2) Componentistica navale
3) Riparazione e manutenzione imbarcazioni

Poiché la prima categoria comprendeva solamente sei società si è deciso di aggiungerne due aventi le caratteristiche richieste ma con sede legale nella provincia di Savona. La seconda categoria comprende dodici società, la terza ne comprende dieci.
Le società incluse nello studio come detto dovranno soddisfare determinati requisiti, al fine di formare un campione sufficientemente omogeneo con lo scopo di evitare che peculiarità troppo specifiche riguardanti le singole imprese rendano difficili se non impossibili considerazioni generali, estendibili a tutte le società facenti parte del campione. Per questo motivo si cercherà di selezionare società simili sotto il profilo produttivo e dimensionale, ovviamente nei limiti imposti dalla necessità di disporre di un campione che sia numericamente significativo e rappresentativo.Dopo aver selezionato le società da includere nello studio, che come detto verranno suddivise in tre categorie, si procederà per ogni categoria alla redazione del bilancio aggregato e al calcolo degli indici di bilancio aggregati, al fine di analizzare la categoria nel suo complesso e trarre indicazioni generali. Per i principali indici, oltre al valore medio dell’aggregato, verranno riportati il valore minimo e massimo registrati dalle singole imprese facenti parte della categoria con lo scopo di mettere in risalto le differenze esistenti tra le diverse società e il range entro il quale oscilla il valore medio dell’aggregato; si analizzerà inoltre la misura in cui ogni singola società contribuisce al fatturato e al risultato d’esercizio della categoria.
Successivamente si procederà all’analisi di bilancio relativamente alle singole società della categoria, mettendo in risalto se i valori assunti dai principali indicatori siano conformi o difformi da quelli assunti dagli indicatori aggregati con l’intento di capire se siano effettivamente individuabili tendenze comuni.
Infine i valori aggregati registrati dalle tre categorie verranno confrontati tra loro e con i valori degli aggregati nazionali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Università degli Studi di Genova Facoltà di Economia 1.1. I comparti del settore nautico 1.1.1 La cantieristica italiana Come detto, la crisi economica e finanziaria a partire dal 2008 ha manifestato i suoi effetti anche sulla cantieristica (comunque meno colpita rispetto ad altri settori). Dopo anni caratterizzati da una crescita costante del settore, i valori relativi al 2008 sono sostanzialmente stazionari, e prevedibilmente in ulteriore contrazione. La cantieristica italiana si trova dunque per la prima volta dopo anni di espansione ad affrontare una fase recessiva. I dati relativi all’andamento del comparto 2 cantieristico sono sintetizzati nella sottostante tabella. Per quanto concerne l’anno 2008, la stima del fatturato complessivo per l’intero settore cantieristico risulta pari a 3.821.970.000 euro. Il dato può anche essere analizzato scomponendolo in più voci: produzione nazionale per il mercato nazionale, produzione nazionale per l’esportazione e importazioni. Nella tabella sottostante sono riportati i valori relativi al triennio 2006-2008, mentre è stato effettuato il confronto sulla variazione percentuale dei valori relativi solo agli ultimi due anni al fine di rendere evidente la performance dell’industria analizzata nell’ultimo anno. Si può notare come la crescita del fatturato globale rispetto ai valori dello scorso anno sia pari allo 0,4 %, a fronte di una crescita ben più elevata (10,2%) registrata nel 2007; analizzando i dati parziali, si può osservare una crescita della produzione nazionale (3,5%), anch’essa inferiore a quella registrata l’anno precedente, e una diminuzione delle esportazioni (-0,5%) e delle importazioni (-5,1%). Il calo dell’export risulta decisamente meno consistente rispetto a quello dell’import, sia in valori percentuali sia in termini assoluti; pertanto il saldo tra esportazioni e importazioni aumenta rispetto al 2007. La netta prevalenza delle esportazioni sulle importazioni e la continua crescita del saldo dimostrano la buona salute del settore, nonostante la seconda parte del 2008 risenta dei primi accenni della grave crisi economica e finanziaria tuttora in atto. Produzione Produzione Produzione Saldo Export-Fatturato Anno nazionale per nazionale per Importazioni nazionale Import globale il mercato naz. esportazione 2006 1.225.620.000 1.757.960.000 2.983.580.000 467.220.000 1.290.740.000 3.450.800.000 2007 1.457.690.000 1.865.150.000 3.322.840.000 482.350.000 1.382.800.000 3.805.190.000 2008 1.508.250.000 1.855.740.000 3.383.990.000 457.980.000 1.397.760.000 3.821.970.000 Var. 08-07 3.5% -0.5% 1.2% -5.1% 1.1% 0.4% 2 Fonte dati: “Nautica in cifre 2009” 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi