Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi di bilancio delle imprese appartenenti al settore cantieristico navale genovese

Oggetto specifico di questo lavoro di Tesi è l’analisi di bilancio delle società aventi sede legale nella provincia di Genova ed operanti nel settore cantieristico navale. Gli anni presi in esame sono 2006, 2007 e 2008. Per il reperimento dei dati necessari è stata utilizzata la banca dati “AIDA” (Analisi Informatizzata Delle Aziende). AIDA consente di creare un set di società aventi caratteristiche comuni tramite diverse strategie di ricerca (di natura geografica, settoriale, dimensionale, giuridica ed economica). Si è deciso di creare un set di società che soddisfacesse contemporaneamente tre strategie di ricerca: società attive, aventi sede legale nella provincia di Genova e svolgenti un’attività corrispondente ad un codice “ATECO 2002 ” 351 (“Industria cantieristica:costruzioni navali e riparazioni di navi e imbarcazioni, compresa l’attività impiantistica”). Il set risultante comprendeva 129 società. Per ridurre il campione e renderlo maggiormente omogeneo e significativo si è deciso di inserire anche un limite dimensionale: fatturato delle società superiore al milione di euro (con riferimento al 2008,ultimo anno disponibile). Sono state inoltre scartate le società per le quali non erano disponibili tutti i bilanci per i tre anni considerati. Tuttavia il set risultava ancora troppo eterogeneo sotto il profilo dell’attività svolta (il codice ATECO 351 si è rivelato troppo generico) e altre società sono state escluse. Il set si è così ridotto a 28 società ma, sempre a causa dell’eterogeneità dell’attività svolta, è stato necessario suddividere le società rimaste in tre categorie differenti:

1) Costruzione imbarcazioni
2) Componentistica navale
3) Riparazione e manutenzione imbarcazioni

Poiché la prima categoria comprendeva solamente sei società si è deciso di aggiungerne due aventi le caratteristiche richieste ma con sede legale nella provincia di Savona. La seconda categoria comprende dodici società, la terza ne comprende dieci.
Le società incluse nello studio come detto dovranno soddisfare determinati requisiti, al fine di formare un campione sufficientemente omogeneo con lo scopo di evitare che peculiarità troppo specifiche riguardanti le singole imprese rendano difficili se non impossibili considerazioni generali, estendibili a tutte le società facenti parte del campione. Per questo motivo si cercherà di selezionare società simili sotto il profilo produttivo e dimensionale, ovviamente nei limiti imposti dalla necessità di disporre di un campione che sia numericamente significativo e rappresentativo.Dopo aver selezionato le società da includere nello studio, che come detto verranno suddivise in tre categorie, si procederà per ogni categoria alla redazione del bilancio aggregato e al calcolo degli indici di bilancio aggregati, al fine di analizzare la categoria nel suo complesso e trarre indicazioni generali. Per i principali indici, oltre al valore medio dell’aggregato, verranno riportati il valore minimo e massimo registrati dalle singole imprese facenti parte della categoria con lo scopo di mettere in risalto le differenze esistenti tra le diverse società e il range entro il quale oscilla il valore medio dell’aggregato; si analizzerà inoltre la misura in cui ogni singola società contribuisce al fatturato e al risultato d’esercizio della categoria.
Successivamente si procederà all’analisi di bilancio relativamente alle singole società della categoria, mettendo in risalto se i valori assunti dai principali indicatori siano conformi o difformi da quelli assunti dagli indicatori aggregati con l’intento di capire se siano effettivamente individuabili tendenze comuni.
Infine i valori aggregati registrati dalle tre categorie verranno confrontati tra loro e con i valori degli aggregati nazionali.

Mostra/Nascondi contenuto.
Università degli Studi di Genova Facoltà di Economia 1.1. I comparti del settore nautico 1.1.1 La cantieristica italiana Come detto, la crisi economica e finanziaria a partire dal 2008 ha manifestato i suoi effetti anche sulla cantieristica (comunque meno colpita rispetto ad altri settori). Dopo anni caratterizzati da una crescita costante del settore, i valori relativi al 2008 sono sostanzialmente stazionari, e prevedibilmente in ulteriore contrazione. La cantieristica italiana si trova dunque per la prima volta dopo anni di espansione ad affrontare una fase recessiva. I dati relativi all’andamento del comparto 2 cantieristico sono sintetizzati nella sottostante tabella. Per quanto concerne l’anno 2008, la stima del fatturato complessivo per l’intero settore cantieristico risulta pari a 3.821.970.000 euro. Il dato può anche essere analizzato scomponendolo in più voci: produzione nazionale per il mercato nazionale, produzione nazionale per l’esportazione e importazioni. Nella tabella sottostante sono riportati i valori relativi al triennio 2006-2008, mentre è stato effettuato il confronto sulla variazione percentuale dei valori relativi solo agli ultimi due anni al fine di rendere evidente la performance dell’industria analizzata nell’ultimo anno. Si può notare come la crescita del fatturato globale rispetto ai valori dello scorso anno sia pari allo 0,4 %, a fronte di una crescita ben più elevata (10,2%) registrata nel 2007; analizzando i dati parziali, si può osservare una crescita della produzione nazionale (3,5%), anch’essa inferiore a quella registrata l’anno precedente, e una diminuzione delle esportazioni (-0,5%) e delle importazioni (-5,1%). Il calo dell’export risulta decisamente meno consistente rispetto a quello dell’import, sia in valori percentuali sia in termini assoluti; pertanto il saldo tra esportazioni e importazioni aumenta rispetto al 2007. La netta prevalenza delle esportazioni sulle importazioni e la continua crescita del saldo dimostrano la buona salute del settore, nonostante la seconda parte del 2008 risenta dei primi accenni della grave crisi economica e finanziaria tuttora in atto. Produzione Produzione Produzione Saldo Export-Fatturato Anno nazionale per nazionale per Importazioni nazionale Import globale il mercato naz. esportazione 2006 1.225.620.000 1.757.960.000 2.983.580.000 467.220.000 1.290.740.000 3.450.800.000 2007 1.457.690.000 1.865.150.000 3.322.840.000 482.350.000 1.382.800.000 3.805.190.000 2008 1.508.250.000 1.855.740.000 3.383.990.000 457.980.000 1.397.760.000 3.821.970.000 Var. 08-07 3.5% -0.5% 1.2% -5.1% 1.1% 0.4% 2 Fonte dati: “Nautica in cifre 2009” 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Elisa Morasso Contatta »

Composta da 209 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2122 click dal 13/12/2010.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.